Cronaca

La cooperativa sociale La Nuvola compie 30 anni

La cooperativa sociale La Nuvola compie 30 anni
Cronaca 10 Aprile 2021 ore 11:28

La Cooperativa Sociale La Nuvola di Orzinuovi il 15 aprile 2021 compie trent’anni nel sociale.

La Nuvola compie 30 anni

Come racconta la Presidente Rosangela Donzelli, sono stati trent’anni di Impresa Sociale.

"Nel 1991 i soci erano dodici e si inizia con la progettazione dei servizi: il CSE di Rudiano ed il servizio territoriale per la Salute Mentale di Orzinuovi. Oggi la nostra realtà conta 230 dipendenti e 40 collaboratori, progetta e gestisce servizi residenziali, diurni, domiciliari e scolastici nell’ovest bresciano in un’ottica di corresponsabilità, mutualità e reciprocità - ha spiegato - È stata una crescita costante volta a rispondere ai diversi bisogni dei cittadini più fragili, ricercando sempre una sinergia con le istituzioni, gli enti regolatori, il terzo settore e il territorio. E’ stata ed è un’impresa, una sfida che, grazie all’impegno dei soci (lavoratori, volontari, fruitori e finanziatori), sostiene il valore ad alcune tra le categorie più fragili e delicate del nostro tessuto collettivo. Trent’anni di attività, di memoria, di impegno sociale e d’impresa.
In questo viaggio ci hanno accompagnato e ci affiancano molti partner territoriali, amici e sostenitori come Fondazione Enrico Nolli, Associazione Mafalda, Fondazione Sagittaria, Fondazione Bassa Bresciana Occidentale, Fondazione Bertinotti Formenti, Fondazioni Riunite, le Amministrazioni Comunali, le Associazioni, i Club, le sezioni Alpini, perché essere “impresa sociale” significa operare nel vivo delle comunità e contribuire al benessere delle persone che le abitano".
Risuona, in tal senso, la visione de La Nuvola “che mondo vorrei”: umanità, cultura, concretezza per un mondo possibile.

Festeggiamenti fino al 2022

"È vero, questo compleanno si colloca in un momento difficile, una pandemia che ancora non è superata - ha proseguito la presidente - Per questo motivo abbiamo deciso di far durare i festeggiamenti un anno, ovvero fino al 14 aprile 2022. E lo faremo attraverso il progetto Il Santo Il Matto Il Fiume, che proprio nelle attività del trentennale troverà il suo compimento. Un progetto condotto da Costanza Lanzanova, socia fondatrice e Vice-Presidente della Cooperativa, che si avvale della collaborazione di Elena Mocchetti, un’artista e di Ivan Bargna, un antropologo. Il progetto si pone l’obiettivo di restituire il valore al lavoro degli operatori che ogni giorno si occupano delle tante fragilità delle persone che ci sono affidate. Il primo di questi sarà il 15 aprile: pianteremo una pianta nei giardini dei nostri servizi. Un’azione semplice,
forse scontata... nondimeno una metafora straordinaria e un’occasione per pensare al significato di un gesto che, soprattutto in questa stagione, molti di noi fanno. Provate per un secondo a riflettere su che cosa significhi davvero coltivare una pianta, provate a “mettere in fila” il processo che si attiva. Seguiranno altre iniziative che si concluderanno con la realizzazione di un divano con il quale scenderemo lungo il fiume Oglio".

Il santo, il matto, il fiume

"Il Santo Il Matto Il Fiume è il tentativo di far emergere gli “scontati” per riscoprirne il senso e per rivitalizzare dall’interno un lavoro difficile al punto che chi lo svolge, spesso, si sente dare del santo o del matto - hanno proseguito gli operatori della Nuvola - Da qui il titolo del progetto, a cui abbiamo aggiunto il fiume, perché l’Oglio collega tutti i luoghi in cui “facciamo” i nostri servizi e perché il fiume non è mai lo stesso, pur rimanendo sempre fiume. Come le nuvole. Come il nostro lavoro: non ci si può mai immergere due volte nella stessa relazione.
Per chi ci vede da fuori il 15 aprile si parte e si inizia la navigazione. Per chi sta dentro la navigazione è iniziata da molto, molto tempo: almeno 30 anni".
13 aprile dalle 10 alle 11,30: un incontro on line con gli stakeholder istituzionali, le famiglie, gli amici per
parlare del lavoro in La Nuvola, del progetto e del nostro trentennale;
15 aprile alle ore 17:00: si mette a dimora un albero nel giardino della sede di Orzinuovi alla presenza del
Parroco e del Sindaco a cui seguirà l’assemblea dei soci.

Necrologie