Cronaca
Orzinuovi

La città dice addio all'imprenditore Fabio Sartorelli

Una perdita per tutta la città

La città dice addio all'imprenditore Fabio Sartorelli
Cronaca Bassa, 26 Settembre 2021 ore 13:27

Orzinuovi si ferma per dire addio a Fabio Sartorelli, 52 anni: il suo cuore ha smesso di battere per sempre.

Lacrime per Fabio Sartorelli

Imprenditore, figlio, fratello e amico.
Queste le parole che sono state ripetute più volte nei giorni scorsi dopo la scomparsa improvvisa del 52enne.
Un gigante dall’anima buona e sensibile, sempre sorridente, generoso fuori misura, dedito al suo negozio dove vendeva materiale per la pavimentazione, serramenti e porte. Un’attività ereditata dal padre che aveva portato avanti con passione fino all’ultimo.
Non si è mai sposato ed è rimasto a vivere con la madre, prendendosi anche cura dei suoi fratelli e degli amici, un’estensione della sua famiglia.

Una persona speciale.

«Mio fratello era davvero una persona buona, disponibile per tutti, attaccato alla famiglia, ai nipoti e agli amici - ha raccontato il fratello Alberto - Era il nostro jolly: sapeva tenerci uniti attraverso le risate. Aveva ereditato l’azienda di nostro padre e la portava avanti, un negozio di pavimenti, serramenti e porte. Ha dato davvero l’anima per il lavoro e gli ha permesso di conoscere proprio tutto il paese. Era sempre allegro, non faceva mai pesare i suoi problemi agli altri, divertente e sempre sorridente. Una particolarità: tutte le persone che lo hanno incontrato, dicevano che dopo due minuti sembrava lo conoscessero da cinque anni. Durante le visite, uscendo dalla sala del commiato piangevano ma dopo due minuti ridevano perché ricordavano tutto quello che avevano passato assieme. Anche nell'ultimo saluto è riuscito a regalare la sua allegria».
Purtroppo, un giorno all’improvviso il suo cuore ha smesso di battere.
«E’ stato un duro colpo, non ce lo aspettavamo - ha concluso il fratello - Ci mancherà immensamente, specialmente alla mamma, con la quale viveva. Il suo ricordo vivrà per sempre in noi».
Una grossa perdita.
«Mio fratello era davvero dedito alla famiglia, legatissimo a nostro padre, venuto a mancare qualche anno fa - ha detto la sorella Renata - Ha ereditato il suo talento, il suo lavoro e il suo carattere, con una nota più allegra. E’ diventato lui il fulcro della famiglia, per noi fratelli e per noi nipoti. Era davvero l’amico di tutti: a Orzinuovi non aveva rapporti normali ma esclusivi. Lavorava tanto, sempre, ma se c’era un problema lui c’era. Amava guidare, era appassionato di GoKart e aveva fatto anche parecchie gare, faceva tutto ridendo. Ci ha insegnato a non mollare mai e a impegnarsi sempre nel lavoro. Non lo dimenticheremo».
Le esequie sono state celebrate nella parrocchiale martedì pomeriggio, con amici e parenti che hanno riempito la chiesa.

 

Leggi l'articolo completo su Manerbio Week, in edicola

Necrologie