"La bici truccata? Solo invidia..."

"La bici truccata? Solo invidia..."
Cronaca 31 Luglio 2017 ore 17:15

La Gazzetta dello Sport riposta le dichiarazioni di Alessandro Andreoli, il 53enne bresciano di Rovato trovato sabato a Bedizzole, al termine di una gara del Csi (Centro sportivo italiano), con la bici truccata.

I giudici si erano presentati per l'occasione con le telecamere termiche. "Nel controllo abbiamo visto che nel tubo piantone della bici di un corridore sembrava ci fosse il fuoco", ha spiegato Emiliano Scalfi, vice presidente e direttore tecnico del Csi provinciale. 

"Si vede che do fastidio a qualcuno. Sono gelosi per il mio tenore di vita alto. Ma io faccio il piastrellista da anni e guadagno tanto", ha detto il ciclista alla rosea. La bici? L'ho comprata da un privato conosciuto al mare a Forte dei Marmi. Non mi ricordo il suo nome e nemmeno il suo telefono. Ci siamo trovati per strada, la bici mi piaceva, mi ha fatto un prezzaccio e l'ho presa".

Foto: gazzetta.it


Necrologie