Kaur morì annegata, fu trovata nel Mella: istigazione al suicidio?

Kaur morì annegata, fu trovata nel Mella: istigazione al suicidio?
29 Settembre 2016 ore 14:23

Le indagini sulla tragica morte di Kaur Satvinder, la 25enne ritrovata nel Mella il 3 agosto, si sono riaperte con un’inchiesta per istigazione al suicidio. Quel litigio con il marito subito prima della decisione di scappare di casa e poi l’estremo gesto in via Milano non hanno del tutto convinto il sostituto procuratore di Brescia Roberta Amadeo. Il corpo della giovane era poi stato trasportato dalla corrente fino in via Orzinuovi dove il fratello, che ha partecipato alla ricerche in modo instancabile, l’ha ritrovato, ormai senza vita. Il caso della controversa morte della giovane, madre di due bambini di 1 e 4 anni, ha scosso anche la cittadina di Calvisano dove i genitori abitano ormai da par e c ch i o tempo. Sono stati proprio loro, ascoltati dal procuratore, e assistiti dall’avvocato Luca Broli, a riferire di litigi e tensioni tra la figlia e il marito. I problemi sarebbero nati per motivi economici legati anche ad alcune abitudini del marito non condivise dalla moglie. Questo è quanto la giovane vittima ha riferito in confidenza alla madre pochi giorni prima di morire. Ecco perché i genitori non credono che il gesto della figlia possa essere frutto della sua volontà, ma bensì per volere di qualcun’altro che potrebbe averla spinta a gettarsi nelle acque del fiume. Attualmente il fascicolo è aperto contro ignoti.


Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia