Asst Franciacorta

Inizia a migliorare la situazione all'ospedale di Chiari

Il direttore dell’Asst Franciacorta, Mauro Borelli, ha illustrato la situazione dell’ospedale di Chiari: fortunatamente si è abbassato il numero dei ricoverati.

Inizia a migliorare la situazione all'ospedale di Chiari
Cronaca Bassa, 09 Aprile 2021 ore 18:09

Il direttore dell’Asst Franciacorta, Mauro Borelli, ha illustrato la situazione dell’ospedale di Chiari: fortunatamente si è abbassato il numero dei ricoverati.

Inizia a migliorare la situazione all'ospedale di Chiari

E’ ancora presto per gioire, ma certamente si può iniziare a tirare un sospiro di sollievo.
Il presidio di Chiari dell’Asst Franciacorta, dopo le settimane drammatiche che hanno caratterizzato la terza ondata (che ha colpito particolarmente l’area bresciana), sta registrando, piano piano, un abbassamento della pressione sui reparti Covid.

"Siamo ancora pieni, ma ci sono stati dei miglioramenti - ha spiegato il direttore generale dell’Asst Franciacorta, Mauro Borelli - Dai 115 e più ricoverati, attualmente ne abbiamo 85. Inizia ad esserci un lento miglioramento e, se tutto va bene, la situazione potrebbe migliorare nel giro delle prossime due o tre settimane».
Anche in questo periodo, infatti, l’ex Mellino Mellini si è trovato ad affrontare una situazione pesante quasi quanto quella del primo lockdown, ma certo è che con le competenze acquisite, il massimo impegno di tutto il personale e anche le vaccinazioni di medici e operatori sanitari, questa volta la guerra è stata combattuta con più armi.
«Fortunatamente con le dimissioni e l’inserimento di pazienti da ricoverare direttamente nei nuovi posti liberi, la pressione è calata e sono diminuiti i trasferimenti in altre strutture ospedaliere della Lombardia - ha aggiunto Borelli - Noi abbiamo cercato di non eliminare nessun servizio, per non trascurare tutte le altre patologie, ma man mano che si svuoteranno i reparti Covid, si potrà tornare alla normalità con tutto il resto delle attività".

Nel frattempo, però, continua lo sforzo (e si vedono i risultati) sul fronte delle vaccinazioni.
".In contemporanea, abbiamo quasi terminato le somministrazioni agli over 80 - ha concluso Borelli - Sfioriamo il 90% ed è un ottimo risultato. Inoltre, non sono avvenute solo negli hub di Chiari e Iseo anche a casa di coloro che non avevano la possibilità di spostarsi. Il ritmo è stato di circa 150 persone al giorno. E non è la stessa cosa, calcolando gli spostamenti e tutto, è un ottimo risultato. Speriamo che si possa procedere spediti anche grazie ai nuovi sistemi di prenotazione, arrivo delle dosi permettendo. Portare avanti con rapidità la campagna di vaccinazione è un bene per tutti".

Necrologie