Cronaca
Bassa

Incidente sul lavoro a Brandico, arriva l'elisoccorso

L'allarme è stato inizialmente lanciato in codice giallo, poi diventato rosso.

Incidente sul lavoro a Brandico, arriva l'elisoccorso
Cronaca 12 Novembre 2021 ore 10:23

Incidente sul lavoro questa mattina (venerdì 12 novembre) a Brandico.

Da codice giallo a rosso

Secondo quanto riportati da Areu (Agenzia Regionale Emergenza Urgenza) l'allarme sarebbe scattato pochi minuti dopo le 9. Inizialmente in codice giallo  poi passato a rosso una volta giunti i sanitari sul posto. Ad essere coinvolto un ragazzo di 32 anni.

Cosa è accaduto?

Stando alle prime informazioni sembrerebbe che il lavoratore, impiegato come operaio in una ditta di pentole da cucina, si sia schiacciato una mano utilizzando un macchinario. Sul posto è giunta un'ambulanza, un'automedica. Ad alzarsi in volo da Brescia anche l'elisoccorso. Quest'ultimo ha trasportato il 32enne agli Spedali Civili di Brescia dove è giunto poco prima delle 10.30. Non sembrerebbe in pericolo di vita.

Il Codacons interviene

A seguito dell'incidente il Codacons rivolge un appello alla Procura della Repubblica di Brescia affinché estenda le indagini nei confronti dell’Inail, allo scopo di verificare l’attività di vigilanza svolta dall’ente.

Vogliamo sapere quanti e quali controlli sui luoghi di lavoro abbia svolto l’Inail nell’ultimo periodo per garantire il rispetto delle norme sulla sicurezza – spiega il Codacons –. Nel 2013, in una circolare interna a firma dei dirigenti Gobbi e Pittiglio si affermava “che in diverse province si era avuta una riduzione dei controlli del 90% (“rapporto 10:1”) con la soppressione dei controlli di legge nelle fabbriche e nei cantieri, superata la depressione degli anni 2011-2015 poteva facilmente prevedersi una impennata degli incidenti sul lavoro”. Come peraltro sta accadendo alla ripresa delle attività post Covid.

Lo scorso 11 ottobre il Codacons aveva già sollevato un appello al monitoraggio delle realtà lavorative dati i numeri degli infortuni piombati agli anni 60.

Riteniamo quindi che la Procura di Brescia debba procedere ad una estensione delle indagini a carico dell’Inail e di tutti quei soggetti preposti a controlli, verifiche e rispetto delle norme di sicurezza, per accertare responsabilità e fattispecie penalmente rilevanti quali il possibile concorso in omicidio e omissione di atti d’ufficio.

 

 

Necrologie