Cronaca
Taglio del nastro

Inaugurato il parco inclusivo a Berlingo

Oltre alle autorità locali erano presenti anche diversi esponenti di Regione Lombardia.

Inaugurato il parco inclusivo a Berlingo
Cronaca Bassa, 02 Settembre 2021 ore 17:16

E' stato inaugurato a Berlingo il nuovo parco giochi inclusivo. Al taglio del nastro, oltre al sindaco Conforti e le autorità locali, erano presenti diversi esponenti di Regione Lombardia.

Inaugurato il parco inclusivo a Berlingo

Mancava solo il «battesimo» da parte delle autorità locali e regionali chiamate a partecipare al taglio del nastro del nuovo parco giochi inclusivo del Comune di Berlingo.
Il progetto era già stato presentato ai fruitori principali, ossia ai bambini del paese, lo scorso giugno, durante l'ultimo giorno di scuola. Per allora gli alunni delle classi terze della scuola primaria di secondo grado, aiutati dalla maestra Emma Tinti e dalle colleghe Giulia Baresi e Sonia Ongaro, avevano realizzato una serie di disegni dedicati al rispetto delle regole della normale convivenza e, visto il periodo, anche delle distanze di sicurezza. Quella di domenica è stata l'occasione per presentare il rinnovato parco giochi all'intera cittadinanza. «Quello che siamo riusciti a realizzare in via Manzoni, presso il Centro sportivo comunale rappresenta per il nostro paese un vero e proprio fiore all'occhiello - ha spiegato il sindaco Fausto Conforti - L'area interessata dalla riqualificazione si trova in una posizione baricentrica: fulcro sociale del paese in quanto sono presenti le scuole materna, primaria e secondaria di primo grado, un campo da calcetto, di bocce, palestra e bar, oltre ad un parco già ben curato. L'operazione è stata finanziata dalla Regione per più della metà dell'intervento, il cui costo complessivo è stato di circa 26mila euro. Il Comune ha fatto la sua parte, versando l'ammontare restante, anche in fase di integrazione di spesa in corso d'opera, grazie alla quale siamo riusciti a migliorare il parco stesso, installando un ulteriore gioco e ampliando la superficie antitrauma».

Presente anche la rappresentante del Pirellone. «Il parco giochi di Berlingo che oggi ho avuto il piacere di visitare è uno dei tanti modelli di inclusione presenti sul territorio regionale e finanziati anche grazie al contributo di Regione Lombardia - ha spiegato Alessandra Locatelli, assessore alla Famiglia, Solidarietà Sociale, Disabilità e Pari Opportunità - Attraverso lo stanziamento di importanti contributi vogliamo fare in modo che il gioco, che rappresenta un momento fondamentale nella crescita e nello sviluppo delle relazioni sociali, sia accessibile a tutti i bambini. Complimenti all'Amministrazione per aver realizzato questo bellissimo progetto, contribuendo a rendere accessibile a tutti i bambini uno spazio importante per l'inclusione sociale».

Durante il taglio del nastro, preceduto dalla Messa celebrata da don Gianluca Guana e che successivamente ha avuto un momento di intrattenimento aperto ai più piccoli con il mago Paolo, è intervenuta anche la consigliera del Pirellone Francesca Ceruti, firmataria di un ordine del giorno inteso a aprire, dopo un primo bando, i contributi regionali anche ai comuni più piccoli. «Stiamo parlando di un contributo regionale a fondo perduto, destinato oltre che alla realizzazione di opere di adeguamento spazi, anche all'acquisto di attrezzature e giochi - ha spiegato Ceruti - Il mio ordine del giorno chiedeva di allargare la platea dei Comuni beneficiari estendendolo anche a quelli con popolazione inferiore ai 10mila abitanti, vale a dire a quei piccoli comuni che spesso, da soli, hanno difficoltà a reperire fondi per questo tipo di progettualità».

All’evento è intervenuto ance il consigliere regionale Floriano Massardi.
«Regione Lombardia, tra il 2020 e il 2021 ha stanziato circa 7milioni di euro a favore delle amministrazioni locali, finalizzati a realizzare opere e ad acquistare attrezzature per la realizzazione di parchi gioco inclusivi - ha ribadito - Li considero interventi di assoluta rilevanza sociale: gioco e benessere psicofisico rappresentato un momento fondamentale nella crescita e nello sviluppo delle relazioni sociali per i bambini e garantire a tutti il diritto al gioco è una assoluta priorità».

3 foto Sfoglia la gallery
Necrologie