Cronaca
Brescia

In un mese il locale ha subito un furto, un tentativo andato male e un'aggressione alla titolare dalla stessa persona

Determinante per catturare l'uomo la presenza della videosorveglianza e degli allarmi introdotti dopo una raffica di furti subita anche nel mese di settembre 2021.

In un mese il locale ha subito un furto, un tentativo andato male e un'aggressione alla titolare dalla stessa persona
Cronaca Brescia, 15 Luglio 2022 ore 16:21

Un furto, un tentativo andato male di furto e ancor prima un'aggressione alla titolare, il tutto nel giro di un mese.

Si è calato dal tetto

Ad essere preso di mira è il noto ristorante messicano, Escondido di Brescia. Il primo episodio risale a venerdì 8 luglio 2022: come raccontato dallo staff, un ladro si è intrufolato all'interno del locale passando dal tetto rompendo il lucernario e calandosi con un filo della corrente. Per uscire ha usato una scala presente all'interno del locale stesso. Purtroppo ha fatto in tempo a rubare palmari, fondo cassa e cambio moneta oltre a numerose bottiglie.

L'uomo è stato catturato

Il secondo e ultimo in ordine di tempo risale a ieri (giovedì 14 luglio 2022) alle 01.34 quando l'uomo, che poi si scoprirà essere lo stesso dell'8 luglio 2022, è stato colto sul fatto grazie alla presenza di telecamere e allarmi che riducono di molto le possibilità dei malviventi di farla franca. I sensori dell'allarme hanno notificato ai titolari del locale la presenza di persone sul tetto. Una volta collegatisi con le videocamere e ascoltato l'audio hanno poi notato che qualcuno stava colpendo violentemente sul lucernario per entrare. Immediatamente è partita la chiamata alle forze dell'ordine, è stato poi disinserito l'allarme in modo tale che non scattasse la sirena nel momento in cui il ladro sarebbe entrato. Quest'ultimo, infatti, è caduto, ha infranto il vetro e rotto pezzi di cartongesso del soffitto. Ha poi raggiunto la cassa forzando ancora una volta il cassetto per cercare di aprirlo.

Nel frattempo, in collegamento telefonico con la polizia che stava intervenendo sul posto, la titolare comunicava gli spostamenti del ladro all’interno del locale in modo da far intervenire la polizia. Quest'ultima  è entrata all’interno del locale dopo avergli aperto il cancellino e la porta, ha preso subito il ladro che si era nascosto dietro il muretto della cassa.

"Ringraziamo la polizia di Brescia per essere intervenuta silenziosamente, a sirene spente , in modo da poter catturare il ladro - hanno detto i titolari - Confidiamo che venga data lui la giusta pena, azione doverosa non solo per tutelare i nostri beni ma anche per l'incolumità delle persone.".

Il soggetto in questione l'8 giugno 2022 ha inoltre aggredito la titolare:

"Eravamo in orario di chiusura - hanno raccontato dallo staff del locale - l'uomo è entrato chiedendo da bere. Si trovava in evidente stato alterato, di fronte al nostro rifiuto di dare lui da bere e perché avevamo già chiuso il registro di cassa e perché non ci sembrava il caso visto lo stato già alterato del soggetto, quest'ultimo ha spintonato la titolare per poi essere successivamente allontanato. Tutto questo è testimoniato dai video di sorveglianza che hanno permesso il collegamento dei tre spiacevoli fatti riconducendoli alla stessa persona.".

Non si tratta di casi isolati

Purtroppo non sono gli unici episodi. Nel mese di settembre lo stesso locale, così come altre attività della zona, hanno subito un'ondata di furti (più di uno nel giro di nemmeno trenta giorni), nel caso specifico del ristorante messicano sono stati tre. In questo caso non è dato sapere se si trattasse della stessa persona, allora, infatti, il locale non si era ancora dotato della videosorveglianza.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie