Cronaca
da bergamo a coccaglio

In marcia per oltre 200 chilometri per celebrare la vita e il 50esimo del Dob

La manifestazione sportiva organizzata dall’Aido in occasione del 50esimo del Dob prenderà il via domani, sabato

In marcia per oltre 200 chilometri per celebrare la vita e il 50esimo del Dob
Cronaca Sebino e Franciacorta, 06 Agosto 2021 ore 07:24

Una nuova marcia Vita per la Vita, una nuova marcia per dire sì alla donazione degli organi e del sangue e così salvare altre vite. Una nuova marcia, l’ultima organizzata dal gruppo Aido di Coccaglio guidato da Lino Lovo, per commemorare i cinquant’anni di fondazione del Dob, il sodalizio dei Donatori di organi di Bergamo.

In marcia per oltre 200 chilometri per celebrare la vita e il 50esimo del Dob

L’Aido di Coccaglio, in collaborazione con i sodalizi provinciali di Bergamo e Brescia e con i gruppi Avis, con i Volontari del soccorso di Coccaglio e di concerto con il Consiglio regionale e nazionale Aido, negli ultimi tre mesi si è speso per organizzare una nuova marcia Vita per la Vita per celebrare l’importante avvenimento. La manifestazione sportiva non agonistica a staffetta podistica e ciclistica prenderà il via domani mattina, sabato, dal quartiere Monterosso di Bergamo, dove è nata l’Aido, e terminerà a Coccaglio domenica sera dopo una sosta in centro a Brescia.

"Moltissimi Comuni ci hanno già contattato per farci sapere che ci aspettano e le Amministrazioni e i rispettivi gruppi Aido saranno presenti per accogliere il passaggio della marcia Vita per la Vita - ha spiegato Lovo - La prima marcia ci venne chiesta da Brumat e da Carminati e nel 1975 l’Aido si recò a Roma da Papa Paolo VI. Dall’anno successivo abbiamo proseguito con il gruppo sportivo Vita per la Vita e l’Aido nell’organizzazione di marce in giro per il mondo. Siamo andati perfino in Russia e con quest’ultima manifestazione sportiva vogliamo ricordare tutti coloro che hanno partecipato alle edizioni passate e i fondatori dell’Aido e del Dob".

Domenica sera al termine delle celebrazioni in piazza Marenzio, che per l’occasione sarà illuminata con il tricolore, la fiaccola della marcia Vita per la Vita sarà spenta e mai più riaccesa.

"Un ringraziamento va a tutti i volontari, ai marciatori, ai ciclisti, allo staff che si è occupato dell’organizzazione e agli sponsor che ci hanno sostenuto - ha concluso Lovo - Siamo un gruppo di 64 persone tra marciatori tedofori, ciclisti e organizzazione, con un’età che oscilla tra i 20 anni e gli 85. Molti di noi sono coccagliesi e residenti della Franciacorta, ma c’è anche un gruppo di friulani, terra natale di Brumat, amico che ricordo con affetto. AL cimitero di Coccaglio consegneremo una rosa ai famigliari di chi ha partecipato alle edizioni passate delle marce e purtroppo ci ha lasciato. Sono stati tre mesi di difficile organizzazione, ma vogliamo che questa iniziativa contribuisca alla sempre maggiore sensibilizzaizione sull’importanza del donare gli organi, oltre che celebrare il 50esimo del Dob".

Oltre 80 Comuni e 220 chilometri in due giorni

Da Bergamo a Brescia fino a Coccaglio. Il percorso della marcia Vita per la Vita per commemorare i 50 anni del Dob si snoderà tra oltre 80 paesi e frazioni della bergamasca e del bresciano in soli due giorni.
Marciatori, ciclisti e tedofori partiranno da Bergamo alle 9 di domani, sabato, e dopo una sosta al cimitero maggiore per ricordare Giorgio Brumat e i fondatori dei Donatori organi Bergamo e dell’Aido. La carovana percorrerà le strade tra le due province macinando oltre 220 chilometri fino all’arrivo a Coccaglio previsto per le 21.30 di domenica in piazza Luca Marenzio.

Alle due tappe diurne, quella del 7 agosto da Bergamo a Bolgare dalle 9 alle 21.30 circa e quella da Lodrino a Coccaglio negli stessi orari, si aggiungerà anche una semi tappa notturna dalle 22 alle 23 di domani, sabato, lungo i 9 chilometri che collegano Bolgare a Mornico al Serio.

I Comuni del nostro territorio che verranno toccati dalla marcia saranno Paratico (alle 19 circa di domani, sabato), Capriolo, San Pancrazio, Zocco di Erbusco e Palazzolo entro le 20 del primo giorno di manifestazione. Domenica, invece, dopo la sosta in piazza delle Loggia a Brescia alle 11 circa e quella per il pranzo a Castegnato alle 12.15, la marcia Vita per la Vita proseguirà per Provaglio, Iseo, Cremignane, Timoline di Corte Franca, Torbiato e Adro, Erbusco, Villa Pedergnano, Calino e Cazzago San Martino, Rovato e le frazioni di Sant’Andrea, Sant’Anna e San Giuseppe, Castrezzato, Castelcovati, Comezzano-Cizzago, Rudiano, Urago d’Oglio, Chiari, Pontoglio, Cologne e, infine, Coccaglio.

Si raccomanda a tutti il rispetto delle normative per contrastare il contagio da Covid-19.

Necrologie