VALORE SOCIALE

In arrivo il cortometraggio sulla storia di William Pezzulo, sfregiato dalla ex

Una pellicola per sensibilizzare, infondere coraggio e conoscenza negli spettatori.

In arrivo il cortometraggio sulla storia di William Pezzulo, sfregiato dalla ex
Cronaca Bassa, 14 Giugno 2021 ore 08:00

Dieci anni fa il travagliatese fu colpito dalla ex e un complice con una soluzione di acido. Oggi la vicenda approda sugli schermi.

In arrivo il cortometraggio sulla storia di William Pezzulo, sfregiato dalla ex

di Valentina Pitozzi

Nella notte del 19 settembre 2012 il travagliatese William Pezzulo fu sfregiato dalla ex Elena Perotti e dall’amico Dario Bertelli.
Un episodio che ha cambiato per sempre la vita all’oggi 37enne, che da quasi 10 anni si batte quotidianamente per chi ha subisce molestie.
"Si fa ancora una questione di genere, ma i fatti dimostrano una realtà diversa" ha spiegato Pezzulo.

Pur essendo considerato marginale, quello della violenza nei confronti degli uomini è un fenomeno diffuso.
A parlarne pochi giorni fa sul piccolo schermo anche Gessica Notaro, showgirl e attivista sfregiata dall’ex compagno nel 2017.
Ecco che parallelamente a questa consapevolezza nascente, un gruppo di giovani registi e sceneggiatori ha appena finito di girare le riprese di "Catene", cortometraggio basato sulla vera storia di Pezzulo.

Un sogno che si realizza per William, che dall’accaduto ha sempre desiderato qualcuno lo contattasse per realizzare un film sulla sua storia. Questo "qualcuno" nel suo caso è stato Luigi Terrazzino, che l’ha contattato sui Social per condividere la volontà di fare corto sulla violenza verso gli uomini.
Proprio lui sarà il regista e incarnerà il ruolo dell’attore principale.
Insieme a Terrazzino altri 14 ragazzi che, autofinanziandosi, hanno permesso la realizzazione della pellicola.

Ancora inedita la piattaforma e la data d’uscita, attesa verosimilmente dopo l’estate.
Fondamentale per la buona riuscita del progetto la partecipazione di Pezzulo, che ha fornito supporto tecnico durante le riprese.
"Auspico sarà un primo passo per sensibilizzare sul tema e dare voce a chi come me ha subito, o continua tuttora, angherie e brutalità da parte di chi che era tutto fuorché una persona che amava" ha sottolineato il travagliatese.

Necrologie