Cronaca

Imprenditore passeggia a lato della strada. Investito e ucciso da una Bmw

Imprenditore passeggia a lato della strada. Investito e ucciso da una Bmw
Cronaca Montichiari, 20 Giugno 2017 ore 13:05

Un falegname di 66 anni è stato investito da un’auto mentre passeggiava sul ciglio della strada del suo paese.

Erano da poco passate le 20:30 quando Giuseppe Bordanzi, titolare della ditta Arredamenti 3B, è stato travolto in via Enrico Fermi, nella periferia di Medole non molto lontano dall’abitazione della vittima, da una Bmw X1 mentre camminava sul bordo.

Alla guida dell’auto un 30enne residente in paese che, con altri testimoni a bordo con lui, ha sostenuto che l’aniziano pendeva verso il centro della strada, forse a causa di un malore, non riusciendo a schivarlo.

I volontari del 118 di Brescia e della Croce Rossa di Asola non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

All’inizio, avere le generalità del corpo ritrovato è stato difficile in quanto l’imprenditore, forse perchè era uscito a fare una passeggiata con il cagnolino non ancora ritrovato, non aveva con se i documenti e indossava solo pantaloncini corti, canottiera e ciabatte.

Grande aiuto in questo senso è stato dato dal sindaco di Medole, Gianbattista Ruzzenenti, che, dopo aver visto il 66enne lo ha riconosciuto come suo grande amico e ha pensato lui, quindi, a contattare la famiglia. Distrutte dal dolore la moglie Lores e la figlia Ingrid.

Ancora in corso le indagini per capire le modalità e le responsabilità dell’incidente mortale


Necrologie