Menu
Cerca

Impazzisce e uccide il compagno di stanza in ospedale

Impazzisce e uccide il compagno di stanza in ospedale
Cronaca 16 Aprile 2017 ore 15:39

Sono da poco passate le 23.30 di ieri sera; a Legnago, all'interno del Reparto di rianimazione dell'ospedale Tomasz Piotr Matula, polacco 35enne da qualche giorno domiciliato a Nogara, ricoverato nel pomeriggio a seguito di atti autolesionisti, perde improvvisamente la calma e, dopo essersi liberato dei tubi e delle cannule, afferra un paio di forbici da un carrello ed un estintore, iniziando a minacciare e ad aggredire il personale del Reparto.

Subito dopo strappa anche i tubicini che servono il suo compagno di stanza, Francesco Cevoloni, 52enne di Cerea, gravemente malato; il malcapitato perde molto sangue e muore poco dopo.

Nel frattempo giungono sul posto i CC del Nucleo Radiomobile di Legnago che fanno irruzione nel reparto ed immobilizzano il polacco, che si aggira per la rianimazione distruggendo ciò che capita, ponendo fine alla nottata di terrore. L'uomo è stato arrestato per omicidio volontario e danneggiamento aggravato.


Necrologie