Il settore dell’eros non conosce crisi

Il settore dell’eros non conosce crisi
22 Ottobre 2016 ore 11:18

Quello dell’eros è un settore iper produttivo, fluido, reattivo, dinamico, capace di sfruttare con notevole tempismo i processi di modernizzazione tecnologica della comunicazione sociale, accelerandone il radicamento nella società del nostro libidinoso hinterland. Lo statuto di «The club» chiarifica le caratteristiche di queste locations «safe, sane and consensual», (al sicuro, sano e consenziente, n.d.r.) perchè si tratta di soggetti, tutti maggiori di età, aventi l’esigenza di potersi riunire in un luogo accogliente, sensuale e riservato che possa offrire la possibilità di socializzazione tra individui amanti del mondo erotico-sessuale e che, insieme, promuovono attività culturali, sociali, ricreative e ludiche in generale.

Esiste la crisi economica per il porno consumatore? Per i malati del risparmio pare non esista la terapia di «groupon». Ma facciamo due conti, chilometri di andata e ritorno per il prezzo del proprio carburante, costo dell’ingresso, un drink, una camera di albergo portano ad una cifra che si aggira intorno ai 300 euro. Quali invece i rischi per la salute e con che frequenza ci si può permettere questo «lusso» di elitè ? A costi e benefici conviene? Conviene limitarsi a sperimentare con il proprio partner e non rischiare malattie o sperimentare il piccolo mondo con i guanti dai micro rilievi?. Per S.L.: «A depurare le morali basta la potente fede, ma per la salute alcun medico».

Occorre segnalare che i punti di ritrovo stanno crescendo in modo esponenziale e alcuni comuni sono diventati focolai esclusivi. E.C., esploratore sessuale, confida con dovizia di dettagli che a Desenzano, lungo le panchine di via Vò, esistono scambisti dell’ora di pranzo, che si riconoscerebbero per un pacchetto di sigarette che tengono nella mano sinistra, picchiettandolo sul ginocchio. Per entrare in contatto basterebbe sedersi accanto al tabagista e rivolgere il seguente rituale passepartout: «Per garbo posso avere una Merit?». Se si tratta dello scambista la risposta sarà: «Fumare fa male». Se vorrete proseguire il contatto rispondete sottovoce: «lo so, ma mi piace!».


Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia