Il Seicento Italiano: concerto di musica sacra a Gardone Riviera

Il Seicento Italiano, questo il titolo del concerto di musica sacra che sarà eseguito dall'Ensemble Sfere Armoniche nella frazione gardonese di Tresnico.

Il Seicento Italiano: concerto di musica sacra a Gardone Riviera
Garda, 27 Giugno 2019 ore 10:31

«Il Seicento Italiano», questo il titolo del concerto che sabato 29 giugno alle 21.15 l'Ensemble «Sfere Armoniche» propone  nella chiesa di San Martino a Tresnico, frazione di Gardone Riviera. L'Ensemble Sfere Armoniche nasce nel 1993 a Venezia come gruppo poliedrico, allargabile nell'organico a seconda delle esigenze del repertorio. I musicisti che la compongono sono specializzati nella prassi esecutiva filologica delle varie epoche storiche a partire dal '600 in poi.

Il gruppo

Il gruppo musicale, Marcello Rosa (violoncello), Francesca Micconi (violino) e Maurizio Piantelli (tiorba),  prende il nome dal titolo di una raccolta di «Sonate da Chiesa» per 2 violini e basso continuo di Giovan Benedetto Vinaccesi (1670-1719), autore attivo nella Venezia del tempo, che si rifà al principio dei filosofi delle varie epoche storiche, dell'armonia delle sfere come principio mistico-matematico della musica.

Maurizio Pianelli suonerà la tiorba, strumento tra i più rappresentativi del barocco italiano, grande liuto basso caratterizzato sia da una paletta rivolta verso l'interno a cui sono fissate le corde tese sulla tastiera, sia da un prolungamento del manico da cui partono un numero variabile di bordoni ben più lunghi delle altre corde (o cori), i quali vengono suonati esclusivamente a vuoto. Ne esistono due varianti, romana e padovana, che differiscono per numero di cori e per dimensioni della cassa armonica.

Programma

- Giovan Battista Fontana (2a metà del sec. XVI – 1631): Sonata Prima per violino e basso continuo moderato, adagio, allegro, allegro, moderato, presto, moderato

- Giovanni Girolamo Kapsberger (1580-1651): Toccata arpeggiata per tiorba sola

- Tarquinio Merula (1590/95 – 1665): Due canzoni per violino, violoncelle basso continuo – La Maruta, La Merula

- Alessandro Piccinini (1566 – 1638): Ciaccona in partite variate per tiorba sola

- Biagio Marini (1597 – 1665): Sonata in Re minore per violino, violoncello e basso continuo – grave, allegro, moderato

- Giovanni Girolamo Kapsberger (1580-1651): Passacaglia per tiorba sola

- Domenico Gabrielli (1651 -1690): Sonata in Sol Magg. (2a versione dal manoscritto

F.416) per violoncello e basso continuo grave-presto-grave-presto-adagio, allegro, largo, prestissimo

- Giovanni Legrenzi (1626 – 1690): Sonata op. 10/1 n.4 per violino, violoncello e basso continuo allegro, adagio, prestissimo, allegro

Il Festival Suoni e Sapori del Garda

Il Festival propone un circuito di spettacoli ad ingresso libero inseriti in un unico cartellone, con il diretto coinvolgimento dei Comuni afferenti all’intero bacino lacustre e al suo immediato entroterra. Il maestro Serafino Tedesi, coadiuvato dalla sua Associazione Culturale Infonote presieduta da Gloria Pedrazzini, ne ha assunto la piena direzione artistica, con l’intento di riuscire a coinvolgere sempre più comuni, anche delle province limitrofe. Quest’anno, ai comuni di Calvagese della Riviera, Gardone Riviera, Gargnano, Gavardo, Lonato del Garda, Moniga del Garda, Puegnago del Garda, Salò, San Felice del Benaco, Tignale e Toscolano Maderno, si aggiungono i comuni di Castelnuovo del Garda, Desenzano del Garda e Torri del Benaco.

Anche per il 2019 l’obiettivo è quello di coniugare musica, cultura e sapori attraverso le visite guidate ad alcuni luoghi del festival, con l’Associazione culturale La Melagrana, e le degustazioni di vino e olio offerti dai soci delle associazioni Strada dei Vini e dei Sapori del Garda e Consorzio Olio Garda dop.

Grazie alla collaborazione con il Consorzio Lago di Garda Lombardia il Festival si propone di contribuire alla valorizzazione delle località che ospiteranno i luoghi dei concerti in una sorta di percorso ideale attorno al lago. La Comunità del Garda sovrintende al coordinamento istituzionale e amministrativo.

TORNA ALLA HOMEPAGE

Necrologie