sport senza barriere

Il lido Sassabanek è accessibile grazie all'impegno di Tutti in acqua onlus

L'obiettivo della onlus Tutti in acqua è di rendere tutto il lago d'Iseo accessibile.

Il lido Sassabanek è accessibile grazie all'impegno di Tutti in acqua onlus
Cronaca Sebino e Franciacorta, 10 Luglio 2021 ore 10:51

E' stata inaugurata ieri pomeriggio la passerella in legno installata a servizio del sollevatore che permette di entrare nel lago o in canoa a chi soffre di disabilità motoria. Il lido è dotato anche di una sedia job per chi si trova in carrozzina. La stessa è stata donata anche alle associazioni di Kayak e canoa di Sarnico e Pisogne, con l'obiettivo di rendere tutto il lago d'Iseo accessibile.

Il lido Sassabanek è accessibile grazie all'impegno di Tutti in acqua onlus

Quando si dice che lo sport supera le barriere. Al lido Sassabanek le barriere, grazie allo sport, sono state abbattute. Ieri pomeriggio, venerdì, l'associazione Tutti in acqua onlus ha inaugurato la passerella installata grazie alla donazione della fondazione Nulli per permettere alle persone che soffrono di disabilità motorie di raggiungere agevolmente il sollevatore idraulico (donato da un'azienda bergamasca) per l'ingresso e l'uscita dal lago, che sia per un semplice bagno o per un giro in canoa.

Oltre ai volontari del sodalizio, presieduto dall'iseana Riccarda Ambrosi, erano presenti anche i volontari dell'Atls, il direttore di Sassabanek Fabio Volpi, l'assessore allo Sport Pierangelo Marini, l'ex assessore ai Servizi sociali ora consigliere di minoranza Pieranna Faita, i rappresentanti dei sodalizi di canoa e kayak di Pisogne e Sarnico, cui è stata donata una sedia job per chi si trova in carrozzina, e alcuni membri della famiglia Nulli. Sulla passerella in legno è stata apposta una targa proprio in memoria di Vigo Nulli, imprenditore, filantropo e fondatore della Gimondibike mancato due anni fa.

"Insieme un po' di amici abbiamo pensato di rendere accessibile la zona di Sassabanek dove si possono noleggiare canoe e kayak e dove c'è la sede di Sassabanek in modo da eliminare le barriere per le persone che hanno difficoltà motorie e/o intellettive - ha spiegato la Ambrosi - Quindi abbiamo creato la onlus Tutti in acqua e avviato il progetto Tutti in acqua senza limiti. Un imprenditore bergamasco di Calcinato ci ha donato il sollevatore utile per entrare in acqua a fare un semplice bagno o per entrare e uscire da canoe e kayak. Ci siamo poi rivolti alla famiglia Nulli chiedendo aiuto per il progetto: hanno avuto l'idea di donare e installare una passerella in legno per raggiungere facilmente il sollevatore. Con il Covid c'è stato uno stop, ma siamo felici di inaugurare la passerella e aver portato a termine il progetto. Un grazie va alla precedente Amministrazione e a quella attuale, che ci hanno supportato. Grazie anche al direttivo di Sassabanek, a tutti i volontari e agli amici che ci sostengono e all'Atls".

Il sodalizio ha in programma nuovi progetti per rendere non solo il lido Sassabanek, ma tutto il Sebino accessibile. Per il prossimo anno al lido della società Sviluppo turistico lago d'Iseo, si pensa di creare un accesso ad hoc per i disabili che si trovano in carrozzina in piscina. Un passo in più per rendere il lago e le strutture ricettive accessibili davvero a tutti.

Necrologie