Menu
Cerca

Il «Bar della sporta» dice addio dopo 60 anni

Il «Bar della sporta» dice addio dopo 60 anni
Cronaca 29 Gennaio 2017 ore 14:48

In un piccolo paese un’attività che chiude è un po’ come la perdita di un vecchio amico, una persona su cui si è sempre potuto contare.

Deve sentirsi in questo modo la comunità di Calvisano alla notizia della chiusura definitiva del «Bar della Sporta» di  Giuseppe Binosi, che il 26 dicembre è stato dietro il bancone a mezzaluna per l’ultima volta. In tantissimi hanno manifestato commozione e dispiacere per la perdita di una vera e propria istituzione in paese che era arrivata alla venerabile età di 50 anni.

Quando Giuseppe l’ha rilevato nel 1995 infatti il «Bar della sporta» aveva già un’esperienza trentennale portata avanti da due gestioni differenti. Terza e ultima quella di Giuseppe che per 21 anni si è dedicato anima e corpo al bar fino alla recente decisione di ritirarsi e godersi la meritata pensione. 

«Io sono originario di Acquafredda – racconta l’ex proprietario – ma quando avevo due anni i miei genitori si trasferirono a Calvisano e iniziarono a lavorare come lattai. Abitavo proprio nelle vicinanze del bar della Sporta e ci andavo molto spesso, ma certo non potevo sapere che un giorno ne sarei stato il proprietario. Provo molto affetto per il locale, per i clienti affezionati che mi stanno manifestando il loro affetto in questi giorni e per questo lavoro, che ho fatto sempre volentieri. Tuttavia ci sono tante cose a cui voglio dedicarmi finché posso permettermelo: innanzitutto la mia famiglia, la mia casa, mia mamma 93enne, ma anche alcuni hobby come la fotografia, il giardinaggio e i miei numerosi animali».

Giuseppe da ragazzo, appena terminati gli studi, ha appreso il mestiere di tranciatore di pellame a Mezzane di Calvisano, per poi trovare lavoro in una fabbrica di calzature in paese, per la quale ha lavorato ben 23 anni. Dopodichè, già abituato a rapportarsi con la clientela avendo aiutato i genitori nella gestione di un piccolo negozio, ha preso l’occasione al volo e ha iniziato a gestire il noto bar del centro.


Necrologie