I ladri scappano su due ruote, terzo furto alla Hobby Bike di Montichiari

I ladri hanno fatto irruzione nel locale, prima forzando la saracinesca e poi sfondando una delle vetrine superiori della porta di accesso

I ladri scappano su due ruote, terzo furto alla Hobby Bike di Montichiari
Cronaca Montichiari, 10 Luglio 2020 ore 10:05

Biciclette nel mirino dei ladri, le due ruote vanno letteralmente a ruba. Tra bici non tracciabili e mercato nero, i furti sono sempre più frequenti. Con la fine del lockdown è aumentata in modo esponenziale la vendita di biciclette e con essa, purtroppo, anche i furti. Bici da corsa, elettriche e a pedalata assistita sono le prede più ambite. È stato un furto fulmineo quello che, nella notte tra giovedì e venerdì, ha subìto il rivenditore Hobby Bike, situato in via Mons. Oscar Romero a Montichiari e specializzato in vendita e noleggio di bici da corsa professionali. Con il volto coperto da passamontagna e attrezzati di torcia, una banda di professionisti ha sfondato la vetrina del negozio con un tombino divelto nelle vicinanze ed ha velocemente rubato 15 bici di alta gamma.

La banda di professionisti è entrata in azione in piena notte

È successo indicativamente verso le 4:30 del mattino: i ladri hanno fatto irruzione nel locale, prima forzando la saracinesca e poi sfondando una delle vetrine superiori della porta di accesso. In pochi minuti hanno fatto man bassa di tutte le biciclette della vetrina, più due biciclette in pronta consegna ed altre in esposizione all’interno. I pezzi prelevati erano bici da corsa di alta gamma, mountain-bike e bici a pedalata assistita. I ladri erano tre: due hanno agito all'interno mentre il terzo, all’esterno, aveva il compito di caricare le bici in un furgone bianco. A rallentare i malviventi sono stati i residenti della zona che hanno chiamato le forze dell’ordine, intervenute tempestivamente. Ulteriori elementi saranno forniti dalle telecamere di videosorveglianza: i carabinieri di Montichiari stanno indagando sul caso.

Lo sconforto del titolare della Hobby Bike

«In pochi minuti hanno svuotato il negozio. La somma del furto è di oltre 40.000 euro, senza dover considerare i danni subiti dal negozio. Le bici, una volta rubate, vengono vendute singolarmente su internet o al mercato estero» - ha detto il titolare del negozio, Giovanni Carini, da molti anni meccanico della squadra nazionale maschile di ciclismo su pista. In dieci anni di attività è il terzo furto per Hobby-bike, sempre a Montichiari: il primo nell’officina all’interno del velodromo, il secondo all’interno del locale in via Mantova dove i malviventi avevano sfondato la vetrina con un furgone, provocando enormi danni e fuggendo con un bottino di circa 50.000 euro.  La settimana precedente un furto analogo è avvenuto a Gussago ai danni del negozio Ruota Libera. Quattro uomini a bordo di un furgone bianco hanno fatto incursione nel negozio sfondando il cancello e prelevando 15 bici elettriche della marca Husqvarna, la più economica delle quali vale circa 4.800 euro. Un danno che, oltre ad una sostanziale perdita economica, causa una mancanza di magazzino in un momento di boom di vendite come quello attuale.  L'articolo completo in edicola con Montichiariweek o in edizione digitale sul sito 

Necrologie