Cronaca

“Hai il seno rifatto” violenta rapina per una squillo

“Hai il seno rifatto” violenta rapina per una squillo
Cronaca Montichiari, 23 Giugno 2017 ore 13:10

Un operaio marocchino di Calcinato è finito agli arresti domiciliari per aver rubato 200 euro e aver riempito di botte una prostituta rumena. La motivazione di tanta aggressività è che l’uomo non gradiva il seno rifatto della donna.

Subito dopo averla fatta salire in macchina e concordato una prestazione sessuale di 50 euro, l’uomo ha notato il seno rifatto della vittima. Dopo essersi lamentato, ha iniziato a pretendere la restituzione del denaro, spaventando la donna che, nel frattempo, aveva cercato di assecondare come meglio poteva l’aggressore, senza riuscirci.

Impedendole di uscire dall’auto, l’operaio ha iniziato prima con gli insulti, poi le botte e infine la rapina consistente in tutti i 200 euro posseduti della squillo nella borsetta, probabilmente il guardagno della serata.

Una brutta situazione per la donna che è stata lasciata libera solo a un passo dalla violenza fisica vera e propria.

L’autore è stato individuato grazie a mirate indagini sul fatto, che risale allo scorso 13 maggio, condotte dai Carabinieri di Calcinato, coordinati dalla Procura.


Necrologie