Grazie ai missionari ghedesi, a Namalu si coltiva il riso

Grazie ai missionari ghedesi, a Namalu si coltiva il riso
Cronaca 26 Maggio 2016 ore 16:15

“Vengo a voi non per chiedere ma per ringraziare”. Questo è l’incipit di una lettera firmata da Giuliano e Anna Consoli, missionari laici a Namalu (Karamoja) e indirizzata a una delle principali realtà missionarie ghedesi il gruppo “Mivo ’75”. Ringraziamenti per un progetto partito insieme al missionario ghedese Luigi Bezzi grazie al quale la produzione del riso a Namalu è ora possibile. L’approfondimento domani in edicola


Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli