Ghedi, rubano energia all’Enel per la tv

Ghedi, rubano energia all’Enel per la tv
03 Luglio 2016 ore 07:57

Toglietegli tutto ma non la televisione. Due cittadini stranieri residenti a Ghedi, anche se vivevano in una sorta di baracca, non volevano farsi mancare la tv. In un rudere trasformato nella loro casa, due persone avevano inserito in maniera illegale un bypass in un contatore per rubare l’ energia elettrica ai danni di Enel Distribuzione. I due stranieri, conosciuti alle forze dell’ordine per i loro diversi precedenti, sono stati scoperti nel paese della bassa bresciana dagli agenti della Polizia locale del paese coordinati dal comandante Enrico Cavalli, durante uno specificio servizio di controllo nelle vie di Ghedi.

A far scoprire il furto e a far sorgere qualche sospetto, è stata la luce che trapelava dalla catapecchia che, tra l’altro, si trovava in condizioni igienico sanitarie pessime. Proprio come un film, infatti, queste due persone erano pronte a rinunciare a qualsiasi cosa ma non potevano fare a meno della televisione. Un fatto che avrebbe suscitato la curiosità filosofica di Karl Popper, che sul ruolo della tv nella società contemporanea ha esposto delle riflessioni interessanti. Sta di fatto che i due stranieri, oltre al televisiore avevano collegato al cavo elettrico anche diversi altri piccoli elettrodomestici. I due sono stati denunciati per furto aggravato (ai danni dell’Enel) e invasione di terreni ed edifici. 


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia