il caso

Gestione illecita di rifiuti e lavoro in nero: denunciato titolare di un'officina a Cologne

Le perquisizioni all'interno dell'officina hanno portato alla scoperta di oltre 100 metri cubi di rifiuti accumulati nel corso degli anni

Gestione illecita di rifiuti e lavoro in nero: denunciato titolare di un'officina a Cologne
Pubblicato:

Denunciato titolare di un'officina a Cologne per gestione illecita di rifiuti e lavoro in nero. L'uomo, in particolare, abbandonava auto senza assicurazione e motori nella zona della Stazione di Cologne.

I controlli da parte della Polizia Locale

I controlli sono stati effettuati da parte della Polizia Locale di Cologne guidati dal comandante Luca Leone , nei guai il titolare denunciato per gestione illecita e abbandono di rifiuti, oltre che sfruttamento di lavoratori senza permesso di soggiorno e violazione di norme sulla sicurezza sul lavoro.

Gestione illecita di rifiuti e lavoro in nero

Le perquisizioni all'interno dell'officina hanno portato alla scoperta di oltre 100 metri cubi di rifiuti accumulati nel corso degli anni. Tra i rifiuti, anche quelli considerati pericolosi, come l'olio esausto che saturava i tombini della raccolta di acqua piovana, batterie, ricambi di auto, diverse auto fuori uso e pneumatici ma anche rifiuti non collegati all'attività, come brandine, vestiti e tendaggi. Il registro di carico e scarico dei rifiuti, obbligatorio per queste attività, non era regolarmente tenuto come la mancanza del MUD, dichiarazione annuale della produzione di rifiuti.

Alla vista degli agenti della Locale, due uomini nordafricani intenti a riparare auto e con tanti di attrezzi in mano, hanno cercato in tutti i modi di divincolarsi. Uno dei due, sprovvisto di permesso di soggiorno, ha cercato di nascondersi nel soppalco dell'officina, in mezzo ai rifiuti presenti anche in quell'area. Entrambi, non risultavano regolarmente assunti e verranno segnalati all'Ispettorato del lavoro per la maxi sanzione e la sospensione dell'attività prevista dalla normativa.

Tutte le norme violate

Diverse anche le norme violate sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, come l'omessa predisposizione del documento di valutazione dei rischi al fine di prevenire infortuni. L'Officina, era priva di SCIA per esercitare l'attività di rivendite auto usate (sono state accertate oltre venti compravendite di auto) e priva di SCIA per l'esercizio dell'attività di vendita di pneumatici. Oltre alla denuncia per le tre ipotesi di Reato, il titolare dell'officina dovrà pagare una sanzione che potrà arrivare fino a 65.000,00 euro, comprese le ammende da sentenza del procedimento penale.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali