Insieme per i giovani

Garda Uno e Legami Leali ripartono dalla fotografia

Un progetto multimediale formativo per accrescere l'attenzione al territorio di Padenghe sul Garda grazie al potere dell'immagine fotografica.

Garda Uno e Legami Leali ripartono dalla fotografia
Garda, 12 Ottobre 2020 ore 17:17

In partenza un corso di fotografia grazie alla collaborazione tra Garda Uno e Legami Leali.

Realtà strettamente legate al territorio

Può essere sicuramente definito una nuova ed avvincente sfida il progetto Multimediale – Formativo che vedrà Garda Uno Lab collaborare con Legami Leali a partire dal mese di ottobre. Due realtà strettamente collegate al territorio: Lab a supporto della comunicazione e della formazione ambientale di Garda Uno e Legami Leali progetto di welfare di comunità che coinvolge 22 Comuni del territorio del Garda bresciano.

Le sedi di Legami Leali

I primi punti di incontro sono le sedi di Legami Leali, edifici tolti alla criminalità organizzata per rientrare appieno nella legalità attraverso una funzione utile alla comunità, ed il Laboratorio multimediale dedicato ai giovani per introdurli alla fotografia. Attraverso gli scatti si desidera raccontare un Paese, Padenghe, i suoi ritmi e le sue persone. Questo è solo il primo di tanti obiettivi da raggiungere: la volontà è creare un gruppo di lavoro compatto e preparato che possa essere utile a raccontare storie, eventi, feste, il rapporto tra persone e ambiente e la cura dell’ambiente stesso attraverso l’arte fotografica. Tutto questo sempre divertendosi e lasciando spazio alla creatività.

Il potere delle immagini

L’idea è semplice: la fotografia quale mezzo di comunicazione e formazione per i giovani e il ritratto di Padenghe, per accrescere l’attenzione al territorio ed al bene comune. Attraverso la forza delle immagini è possibile veicolare informazioni importanti, formative, sostenibili. Il percorso del Laboratorio è impostato sullo studio della fotografia e la sua storia, sul lavoro di postproduzione, sulla pubblicazione on line del materiale realizzato e sulla gestione di siti web e canali social. Come da buona pratica, si inizia da semplici ritratti in luce naturale seguiti da ritratti ambientati all’aperto con il supporto di accessori per modellare la luce. L’utilizzo successivo della luce artificiale in fotografia sarà la base di introduzione alle riprese video. Non per ultimo, il drone utile sia per la fotografia che per i video.

Un paese  dal titolo del celebre libro di Cesare Zavattini e Paul Strand quale punto di riferimento di questo progetto che desidera, tra le altre cose, avvicinare i giovani alla multimedialità ben consci di quanto sia importante dedicarsi allo studio e coltivare passioni abbinandole, in questo caso, al territorio specifico del comune di Padenghe sul Garda.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia