Cronaca

Francesco da Papa Francesco: grande emozione

Francesco da Papa Francesco: grande emozione
Cronaca 28 Gennaio 2017 ore 18:15

Una storia di vita, di amore e di gratitudine. Una di quelle storie che nel raccontarle sembra di scartare un pacchetto regalo, uno di quei pacchetti confezionati a regola d’arte che, in questi giorni, abbiamo sotto i nostri alberi addobbati.

Così mamma Giuseppina e papà Guglielmo hanno inteso l’arrivo del piccolo Francesco Giorgio Karol Statello due anni e mezzo fa. Chiamatelo regalo, chiamatelo «miracolo», come fanno loro, poco importa l’appellativo che gli si dà.

«Lo consideriamo un vero e proprio miracolo - ha raccontato Giuseppina, 48 anni, mamma di Alessandra di 25 anni, Noemi di 23 e Giovanni Pio di 15 - primo per la mia età e poi perché qualche anno prima avevo rischiato la vita e mi era stato detto che non avrei più avuto figli».

Era il 1995 quando è stata operata per calcoli alla colecisti, intervento sulla carta di routine e che sembrava essersi concluso al meglio, ma che qualche anno dopo le ha causato seri problemi. I disturbi al basso ventre, inizialmente curati come gastrite, si acuivano sempre più e, solo dopo più attenti controlli, nel 2010, i medici ammisero la serietà della situazione. Operata d’urgenza l’amara scoperta dei medici: sul suo fegato appoggiava un rotolo di garza dimenticato dall’equipe medica nell’operazione precedente ed iniziava ad intrecciarsi con altri organi, compreso un rene. Il medico in questione invitò il marito a organizzare un viaggio verso un santuario. Parole che Giuseppina capì solo dopo.

«Abbiamo sofferto tanto, ma la nostra fede e le continue umili preghiere hanno fatto superare i momenti più difficili». Nonostante i medici li avessero messi in guardia sulla delicatezza dell’intervento, con tanto di liberatoria firmata dal marito, tutto si concluse al meglio. Ecco perché l’arrivo di Francesco fu per loro un miracolo. Non è un caso che il bambino si chiami proprio come il Papa.

Appena visto il Papa Francesco l’ha raggiunto, come se fosse la cosa più naturale del mondo. Neanche gli operatori della sicurezza hanno interrotto questo dolce momento. «Francesco incontra Francesco» ha sussurrato solo dopo il Papa avvicinandosi e abbracciando i genitori. Difficile esprimere a parole l’emozione del momento, la lasciamo alla fotografia che ha fatto letteralmente impazzire tutti gli operatori presenti. Un incontro dalla naturalità sconvolgente, come di un figlio che incontra il padre in un abbraccio dolcissimo.


Necrologie