Cronaca

Fragranze, un teatro di condivisione

Storie di donne, raccontate con un'opera teatrale. Questo è Fragranze, lo spettacolo andato in scena mercoledì 21 novembre, ideato dalla comunità Casa Betel

Fragranze, un teatro di condivisione
Cronaca Brescia, 22 Novembre 2018 ore 14:26

Le donne di Casa Betel si raccontano in uno spettacolo

Lo spettacolo

La sera del 21 novembre, alla parrocchia di San Giovanni Evangelista, sotto la regia di Alberto Ghisoni è andato in scena Fragranze, uno spettacolo che si ispira alle ospiti della comunità Casa Betel e mette in scena la loro introspettività. Rinascita, coraggio, amore, misericordia, questi sono solo alcuni dei fili conduttori che hanno caratterizzano la rappresentazione, principalmente basata sulla gestualità più che sulla parola. La corporalità è infatti elemento fondamentale della narrazione, le interpreti interagiscono con una scenografia semplice ma di grande effetto per raccontare e raccontarsi, in un vortice di emozioni che inevitabilmente coinvolge e colpisce tutto il pubblico. Sul palco spiccava un pavimento ricoperto di foglie secche, ma anche elementi di arredamento comune, come sedie e tavoli, o ancora uno specchio, una valigia, un pianoforte, che in diverse occasioni sono diventati elementi indispensabili per la rappresentazione.

Lo spettacolo

La prima scena si è aperta proprio su un palco che man mano è stato riempito dalle protagoniste, undici in totale, le quali si sono alzate dalle sedie del pubblico e si sono recate sulla scena, portando con sé la propria unicità. La musica e le luci hanno modellato il teatro seguendo fedelmente la trama della rappresentazione e, in momenti alterni, le attrici si sono messe in scena in diversi modi: a poco a poco ognuna ha
mostrato il proprio talento. All’interno della comunità si svolgono infatti un numero diversificato di laboratori, tra cui quello teatrale, che hanno proprio l’obiettivo di far scoprire alle donne i propri punti di forza.
Fragranze mostra agli spettatori come rialzarsi e sconfiggere il dolore. Capita spesso di sentirsi abbandonati o delusi dalla propria vita: sono momenti inevitabili che ognuno di noi è tenuto ad affrontare, e proprio per questo siamo chiamati a rialzarci e a combattere ciò che ci può far paura. Per quanto possa essere pesante e doloroso il macigno che ci tiene saldamente legati al terreno, con le nostre forze riusciremo a recuperare la nostra esistenza e a rifiorire.

TORNA ALLA HOMEPAGE

Necrologie