Cronaca
Capriano del Colle

Fondi alle associazioni: il "regalo d’addio" della banda Note del Colle

Il gruppo si è sciolto: il denaro rimasto sul conto servirà a sostenere i progetti delle giubbe gialle e di altre realtà caprianesi.

Fondi alle associazioni: il "regalo d’addio" della banda Note del Colle
Cronaca 09 Gennaio 2022 ore 09:53

E’ ufficiale. Dall’1 gennaio l’associazione Note del Colle non esiste più. Il gruppo, che già nei mesi scorsi aveva annunciato la sua decisione di sciogliersi a causa della carenza degli iscritti, ha formalizzato il suo addio non solo sulla carta ma anche con un dono a quelle associazioni "che hanno creduto nella banda e che negli anni spesso e volentieri hanno collaborato con noi".

Fondi alle associazioni: il "regalo d’addio" della banda Note del Colle

Chiude l’associazione e così il conto in banca. E quindi, che farne dei soldi rimasti?

Quando i Combattenti si erano sciolti ci avevano donato parte dei fondi che gli erano rimasti e così abbiamo voluto fare anche noi nei confronti degli altri cercando di “premiare” non solo lo scopo delle associazioni ma anche la vicinanza che ci hanno dimostrato. Fa sempre piacere ricevere una donazione e speriamo che il gesto sia stato apprezzato da tutti.

Lo ha spiegato l’ex presidente della banda, Flora Ronchi. Se ne vanno con stile, i musicisti, con un «regalo di addio» indirizzato alla parrocchia di Capriano del Colle e alla società sportiva Uso, agli Alpini, al gruppo volontari Solidarietà, al Chim Dai Bang, alla Pro Loco e all’Ail di Brescia. Ma la fetta più generosa è stata indirizzata al gruppo intercomunale di Protezione civile di Capriano e Azzano con una clausola. Utilizzare il denaro per incrementare la dotazione dei mezzi utilizzati dai volontari.

Ovviamente siamo molto grati per questo contributo. L’anno scorso l’Amministrazione aveva acquistato un pick up Ford Ranger a cui fino ad ora mancava l’allestimento posteriore: grazie a questi fondi porteremo a compimenti il progetto, ci doteremo di nuovi strumenti e attrezzature da collocare nel cassone per essere sempre più pronti in caso di emergenza idrogeologica sul territorio.

E' invece il commento del referente delle Giubbe Gialle, Nicola Filippini.

Seguici sui nostri canali
Necrologie