Menu
Cerca
SIRMIONE

Flessibili, documenti falsi e monetine dei parchimetri: arrestato truffatore a Sirmione

Hanno trovato ben 25 reperti, dagli spray al peperoncino fino ai tesserini falsi dell’ARPA e della Polizia Locale, i Carabinieri di Desenzano che hanno arrestato un uomo in via Comunità Europea a Sirmione.

Flessibili, documenti falsi e monetine dei parchimetri: arrestato truffatore a Sirmione
Cronaca Garda, 16 Marzo 2021 ore 18:33

Flessibili, documenti falsi e monetine dei parchimetri: arrestato truffatore a Sirmione.

Hanno trovato ben 25 reperti, dagli spray al peperoncino fino ai tesserini falsi dell’ARPA e della Polizia Locale, i Carabinieri di Desenzano che hanno arrestato un uomo in via Comunità Europea a Sirmione.

Durante un controllo ordinario, gli agenti hanno notato l’individuo sospetto che ha tentato la fuga, prima in moto e poi a piedi, per sfuggire alle forze dell’ordine che lo hanno braccato e tratto in arresto, scoprendo tutte l’«attrezzatura» che portava con sé.

La nota delle forze dell’ordine

«Durante un ordinario controllo del territorio – si legge nella nota -, l’equipaggio dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Desenzano del Garda, nel transitare in via Comunità Europea di Sirmione, notava un soggetto a piedi vicino ad uno scooter con fare sospetto. Avvicinatisi per sottoporlo al controllo, l’uomo improvvisamente è salito a bordo del motociclo e, dopo averlo acceso repentinamente, ha tentato di dileguarsi velocemente provando anche di investire i militari.

Prontamente i Carabinieri si ponevano ad ostacolo alla sua via di fuga bloccandolo. L’uomo, a quel punto, vistosi braccato, abbandonava il ciclomotore lasciandolo cadere a terra e scappando a piedi per le campagne circostanti. Inseguito e bloccato a poche centinai di metri, veniva non senza difficoltà immobilizzato dai militari che colpiva sferrando calci e pugni. Effettuati gli accertamenti di rito, il soggetto, un cinquantenne italiano senza fissa dimora, veniva sottoposto a perquisizione personale e del veicolo dalla quale si rinveniva e sequestrava una completa attrezzatura per lo scasso e la rapina.

I 25 reperti, infatti, vanno dai due flessibili a batteria per il taglio dei metalli, al grosso cacciavite, al piccone ma anche due spay antiaggressione, una ricetrasmittente e una targa falsa. Particolare su cui si sta indagando è il rinvenimento di due tesserini falsi che il soggetto aveva con se e dei quali ripetutamente tentava di disfarsi durante la fuga: uno da ispettore della Polizia Locale ed uno da incaricato dell’ARPA. Tali documenti, con la sua foto e generalità false, potrebbero essere stati utilizzati nelle truffe in danno di anziani, fatti per i quali, si stanno svolgendo i dovuti accertamenti. Circa 80 euro in monetine che aveva con se infine impongono di indagare anche su eventuali furti a parchimetri e distributori vari. Tratto in arresto, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Desenzano del Garda fino alla mattinata odierna in cui il Giudice del Tribunale di Brescia ha convalidato il suo arresto».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli