Fino a Nizza in bici a 73 anni per rivedere la sua dolce metà «L’amore mi ha dato la forza»

L’impresa dell'offlaghese Mario Schlanser.

Fino a Nizza in bici a 73 anni per rivedere la sua dolce metà «L’amore mi ha dato la forza»
Bassa, 26 Giugno 2020 ore 07:57

Fino a Nizza in bici a 73 anni per rivedere la sua dolce metà.

Un’impresa d’amore a 73 anni

Dopo quattro giorni e mezzo di viaggio e diverse ore in sella alla sua bici, finalmente Mario Schlanser nei giorni scorsi è giunto a Nizza dalla sua amata Nicole.
“Gli avvenimenti, gli inconvenienti, gli acquazzoni e relative frane, mi hanno allungato il percorso – ha spiegato Mario – Il viaggio ha vissuto diverse tappe di “lotta” giornaliera. La prima notte ho pernottato a Bobbio: una doccia “corroborante”, una cena vegetariana e a letto presto. La seconda notte a Genova, la terza notte a Finale Ligure, la quarta a Ventimiglia. In tutte le fermate, comprese le brevi pause, srotolavo il roll-up per lanciare i messaggi in esso contenuti: Servono “fatti non parole” e contro tutte le previsioni sono arrivato a Nizza anche prima di quanto avessi previsto. La bicicletta e la rosa che nel vaso trasportavo per portarla alla mia bella, erano più stanche di me. Gli ingranaggi della corona posteriore hanno perso un “dente”, per non parlare dei due perni conici delle staffe: ho dovuto tirarli più volte. Per quanto concerne la mia persona è stato tutto evanescente. Incredibile è il fatto di fare 115 chilometri al giorno pedalando per dieci ore quando la mia resistenza è sempre stata di 10 chilometri per un’ora al massimo … ed ero giovane, ma l’amore fa questo ed altro. Posso solo precisare che tutto si è svolto come in un vellutato sogno ad occhi semi aperti. È stato un incessante “dialogo” con ciò che abbiamo di più bello e meraviglioso dentro di noi: l’amore”.

L’articolo completo sul Manerbio Week in edicola da oggi, venerdì 26 giugno.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia