Cronaca
BRESCIA

Fine settimana di controlli per i Carabinieri, tra discoteche illegali, spaccio e arresti domiciliari

Numerose le denunce, gli arresti e i provvedimenti scaturiti dal week-end dell'Arma su tutto il territorio bresciano

Fine settimana di controlli per i Carabinieri, tra discoteche illegali, spaccio e arresti domiciliari
Cronaca Brescia, 16 Agosto 2021 ore 12:18

Fine settimana di controlli per i Carabinieri, tra discoteche illegali, spaccio e arresti domiciliari.

Numerose le denunce, gli arresti e i provvedimenti scaturiti dal week-end dell'Arma.

I militari della Compagnia di Chiari (BS), durante la notte di ferragosto, hanno controllato una discoteca il cui rappresentante legale, un imprenditore già noto, è stato sanzionato per aver violato la normativa per il contenimento del contagio da Covid-19. Nel locale, infatti, sebbene fosse consentito il solo servizio bar ai tavoli ed all’esterno, era stato organizzato un evento danzante al chiuso. La discoteca è stata chiusa precauzionalmente per 5 giorni.

A Marone (BS), i militari della locale Stazione e il personale del NAS di Brescia hanno controllato un lido ove al titolare, incensurato, è stata contestata una sanzione amministrativa dell’importo di 2.000 euro per la mancata applicazione di procedure di autocontrollo in quanto sono stati rinvenuti prodotti scaduti di validità, poi distrutti.

A San Zeno Naviglio (BS), in via Armando Diaz, i militari della Stazione Sant’Eustacchio sono intervenuti dopo la segnalazione di un privato cittadino e hanno fermato – e poi denunciato per il reato di danneggiamento – un 34enne, già noto, che stava danneggiando dei veicoli in sosta.

Inoltre, i carabinieri di San Zeno Naviglio hanno eseguito un ordine di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 40enne, censurato. Il provvedimento deriva dalla segnalazione inoltrata all’A.g. dalla Stazione che ha proceduto e che aveva rilevato nel tempo frequenti inosservanze delle prescrizioni connesse alla misura alternativa dell'affidamento in prova ai servizi sociali a cui l’arrestato era sottoposto per reati in materia di sostanze stupefacenti.

Anche i Carabinieri della Stazione di Sant’Eustacchio hanno eseguito un ordine di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 35enne, già noto e sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G. per reati afferenti gli stupefacenti il quale, avendo ripetutamente violato la misura, è stato destinatario di un aggravamento e associato al carcere di Brescia.

I militari del NOR - Sezione Operativa di Brescia hanno arrestato nella flagranza di reato un 30enne residente a Castiglione delle Stiviere (MN), libero professionista, già noto, un 36enne bresciano, operaio già noto e un 35enne irregolare sul territorio dello Stato, senza fissa dimora, già noto. In particolare, nell’ambito di un mirato servizio finalizzato al contrasto del traffico illecito di sostanze stupefacenti, i militari hanno riscontrato che mentre uno dei tre cedeva stupefacenti ad acquirenti, il bresciano forniva un appartamento come base logistica, ove al momento del controllo dei militari era con lo straniero, che stava preparando altre dosi di stupefacente. All’esito della perquisizione domiciliare veniva rinvenuto e sequestrato un ulteriore involucro contenente 1,2 g. di sostanza stupefacente del tipo "cocaina", nonché 5 involucri del peso lordo complessivo di circa 18 g. di sostanza stupefacente del tipo "eroina", la somma contante di euro 200, due bilancini di precisione ed un telefono cellulare utilizzato per le attività illecite. Dopo la convalida degli arresti, a due è stata applicata la misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

A Castel Covati (BS), in via Aldo Moro, i militari della Stazione di Castrezzato hanno fermato un veicolo sospetto e, dal controllo dei passeggeri, due giovani di 21 e 18 anni, il primo è stato trovato in possesso di un coltello ed è stato deferito per possesso ingiustificato di armi; entrambi sono stati segnalati alla Prefettura di Brescia poiché trovati con sostanze stupefacenti per uso personale (1 g. di hashish e 1,5 di marijuana). Inoltre, sempre i Carabinieri di Castrezzato hanno deferito in stato libertà per porto di oggetti atti offendere e danneggiamento un giovane di 28 anni, già noto, che durante la notte è stato sorpreso dai militari di pattuglia mentre danneggiava la cartellonistica stradale con una mazza da baseball, poi sequestrata. Il ragazzo è stato anche sanzionato amministrativamente per ubriachezza molesta.

A Pontevico (BS), i militari della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza a P.U. e guida senza patente un giovane classe 2005, già noto. Il minore, che veniva controllato alla guida di un ciclomotore privo della patente di guida prevista, nelle fasi dell’accertamento ha spintonato un militare tentando la fuga. Dopo esser stato fermato dagli operanti, il giovane veniva sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di un bilancino di precisione ed un pezzo di hashish del peso di circa 50 g, poi sequestrati.

Il personale del NORm della Compagnia di Verolanuova, durante la notte del Ferragosto, ha deferito in stato di libertà per minaccia aggravata un 38enne di Pompiano (BS), censurato, operaio, il quale - a seguito di un litigio per futili motivi di viabilità e durante una manovra di sorpasso mentre era a bordo della propria autovettura - aveva minacciato con un’arma un altro utente della strada. A seguito della denuncia e attraverso una rapida visione delle immagini di videosorveglianza, gli operanti hanno individuato il proprietario del veicolo, che veniva sottoposto ad immediata perquisizione domiciliare, a seguito della quale è stata rinvenuta e sequestrata, nascosta in camera da letto, una pistola scacciacani completa di serbatoio e munita di tappo rosso, sequestrata unitamente a 78 cartucce cal. 8 a salve e n. 2 cartucce già esplose.

A Lonato del Garda (BS), i Carabinieri della Compagnia di Desenzano, del Nucleo Ispettorato del Lavoro e del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Brescia hanno controllato una discoteca del posto. In particolare, il NIL ha deferito in stato di libertà per mancata autorizzazione all’installazione di telecamere ed omessa elaborazione del documento dei rischi il rappresentante legale della società proprietaria del locale, elevando sanzioni amministrative per un importo di 19.000 euro. Il personale del NAS, invece, ha contestato sanzioni amministrative pari a euro 1.000,00 connesse alla conservazione degli alimenti.

A Desenzano del Garda (BS), il personale del NORm – Aliquota Radiomobile ha denunciato un minore per porto di oggetti atti ad offendere. Il giovane è stato controllato dai carabinieri nei pressi di un bancomat e trovato in possesso di una pistola scacciacani senza tappo rosso ed una bomboletta spray urticante, poi sequestrati.

Infine, sono state ritirate 5 patenti per guida in stato di ebbrezza (1 a Malonno, 2 a Darfo Boario Terme, 1 a Calcinato e 1 a Gottolengo).

Necrologie