A Brescia

Esame della patente con “suggeritore”, nei guai un indiano e un pakistano

I due quarantenni sono stati sorpresi mentre si avvalevano di dispositivi elettronici durante la prova di teoria. Rischiano fino a tre anni di carcere.

Esame della patente con “suggeritore”, nei guai un indiano e un pakistano
Brescia, 22 Luglio 2020 ore 13:53

Esame della patente con “suggeritore”, nei guai un indiano e un pakistano. In Motorizzazione a Brescia sono ricominciati gli esami per conseguire la patente di guida e contestualmente è ripreso anche il contrasto al fenomeno diffuso che vede le apparecchiature elettroniche impiegate per conseguire la tanto agognata abilitazione alla guida.

Rischiano fino a tre anni

Questa volta a finire nei guai un cittadino indiano e uno pakistano entrambi over 40. Grazie alla sinergia tra gli esaminatori della Motorizzazione Civile e la Polizia Stradale di Brescia, le pattuglie del distaccamento di Iseo hanno denunciato i due cittadini stranieri i quali, intenti a sostenere l’esame di teoria finalizzato al conseguimento della patente di guida, sono stati colti sul fatto mentre si avvalevano di apparecchiature elettroniche per ricevere suggerimenti dall’esterno. Rischiano la reclusione fino a tre anni per aver indotto il pubblico ufficiale esaminatore a certificare il falso.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia