Cronaca
Giornata nera

Due bresciani uccisi da malori improvvisi nella stessa mattinata in alta quota

Ad essere messe in pratica tutte le manovre di rianimazione necessarie a scongiurare il peggio, purtroppo per loro non c'è stato nulla da fare.

Due bresciani uccisi da malori improvvisi nella stessa mattinata in alta quota
Cronaca Garda, 10 Luglio 2022 ore 09:30

Una giornata nera quella di ieri (sabato 9 luglio 2022) sulle montagne dove sono deceduti due bresciani.

Nell'Alto Garda

Nella tarda mattinata di ieri intorno alle 11 è scattato l'allarme nell'Alto Garda nel comune di Magasa. Ad essere coinvolto il 59enne Giuseppe Bottani di Lumezzane: l'uomo era insieme ad altri amici tutti impegnati in quella che avrebbe dovuto essere una tranquilla e piacevole passeggiata lungo il sentiero che conduce verso la Malga. Improvvisamente Bottani, quando ormai era quasi arrivato alla meta, si è accasciato al suolo perdendo conoscenza.

Inutili i soccorsi

Tempestiva è stata la chiamata ai soccorsi, ad alzarsi in volo anche l'elisoccorso non solo per la gravità delle condizioni dell'uomo ma anche per la zona che risulta essere particolarmente impervia. I soccorritori, una volta individuato il punto, si sono calati con il verricello hanno fatto di tutto per rianimarlo ma purtroppo per l'uomo non c'era già più nulla da fare. La salma è stata trasportata successivamente agli Spedali Civili di Brescia. Ad intervenire sul posto anche i carabinieri di Salò direttamente dalla stazione di Gargnano.

A Madonna di Campiglio

In contemporanea, sempre alle 11 di sabato 9 luglio 2022, la stessa sorte  ha colto un altro bresciano il quale si trovava però a Madonna di Campiglio: l'uomo di 63 anni (E.B.) di Brescia stava percorrendo il sentiero 318 che conduce in prossimità della Bocca del Brenta. Anche in questo caso il 63enne si trovava con un gruppo di amici, impegnato in una discesa quando è stato colto da infarto: immediatamente è stato lanciato l'allarme al Soccorso Alpino che ha fatto giungere sul posto l'elisoccorso. Ad essere messe in pratica tutte le manovre di rianimazione necessarie a scongiurare il peggio, purtroppo però per lui non c'è stato nulla da fare. É stato già concesso il nulla osta alla sepoltura, si attende pertanto nelle prossime ore di sapere la data dei funerali.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie