Droga nel Parco Gallo arrestato straniero

A finire in manette è stato un nigeriano di 25 anni, irregolare in Italia, sorpreso dalla Polizia mentre cedeva droga a un moldavo

Droga nel Parco Gallo arrestato straniero
Brescia, 15 Settembre 2018 ore 13:34

A finire in manette è stato un nigeriano di 25 anni, irregolare in Italia, sorpreso dalla Polizia mentre cedeva droga a un moldavo

Il blitz

L’azione di contrasto allo spaccio a Brescia, soprattutto nella zona della stazione e nei parchi cittadini, si è concretizzata nell’arresto al Parco Gallo  di  un nigeriano del 1993, I.D., irregolare sul territorio nazionale. Gli agenti in borghese della Squadra Volante e poliziotti di quartiere della Questura di Brescia l’hanno fermato dopo che aveva ceduto una dose di marijuana a un moldavo, anch’egli irregolare, che era bordo di una bicicletta. Gli agenti hanno assistito alla cessione appostati dietro i cespugli del parco e sono immediatamente intervenuti per bloccare spacciatore e acquirente. Quest’ultimo ha tentato di scappare con la bicicletta ma, al termine di un breve inseguimento, è stato bloccato.

Il precedente

Al nigeriano, già arrestato in passato per reati dello stesso tipo, dopo la convalida dell’arresto da parte dell’autorità giudiziaria avvenuta venerdì, è stata applicata la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Brescia. Il moldavo, invece, è stato segnalato in Prefettura per possesso di sostanza stupefacente per uso personale.

Le segnalazioni

Un ruolo importante in quest’arresto lo hanno avuto i cittadini che, tramite l’applicazione per smartphone YOUPOL, hanno segnalato l’attività di spaccio di droga all’interno del parco. La Sala Operativa della Questura  ha subito inviato sul posto una pattuglia in abiti civili in servizio in città che, dopo l’appostamento, ha arrestato il giovane nigeriano.
L’applicazione YOUPOL è nata per segnalare direttamente alla Sala Operativa della Questura della propria provincia
in particolare episodi di spaccio di droga e di bullismo. Tramite questo strumento è possibile inviare segnalazioni, anche in forma anonima, ma può essere anche effettuata una chiamata di emergenza, utilizzando un pulsante rosso visibile sullo schermo del cellulare una volta attivata l’applicazione.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia