Rudiano

Dopo circa vent'anni è tempo di una nuova vita per la "Prima"

La ditta rudianese abbandonata da più di due decenni diventerà zona commerciale e residenziale.

Dopo circa vent'anni è tempo di una nuova vita per la "Prima"
Cronaca Bassa, 21 Marzo 2021 ore 09:24

Nuova vita per la «Prima»: la fabbrica tessile abbandonata da oltre vent'anni diventerà un'area commerciale e residenziale, a Rudiano. Una società privata, la Ga Invest, recupererà attraverso interventi di ristrutturazione edilizia il fabbricato che ad oggi si trova in condizioni a dir poco pessime.

Dopo circa vent'anni è tempo di una nuova vita per la "Prima"

La struttura di via degli Artigiani si trova a due passi dal centro e di fatto è un'area di passaggio per l'entrata in Rudiano. Il progetto comporterà la riqualificazione di quest'ampia area strategica, opere che vanno ad arricchire l'idea di rigenerazione urbana che prevede la riqualificazione del magazzino comunale con anche la realizzazione della sede della Protezione civile Parco Oglio Nord, l'obiettivo che l’Amministrazione si è impegnata di perseguire è finalizzato alla sistemazione ambientale e paesaggistica del proprio territorio Comunale: l’immobile ex Prima oggetto di richiesta è collocato in posizione centrale rispetto al tessuto urbano del Comune di Rudiano. Il fabbricato si trasformerà da decadente costruzione a struttura nuova di zecca, struttura che ospiterà un deposito, quattro appartamenti collocati nelle torrette laterali, tre unità commerciali, due unità direzionali ossia uffici.

L'intervento

«L’intervento prevede la cessione al comune di 2.210 metri quadrati di area da destinare a parcheggi e verde pubblici – hanno spiegato dal Comune - L'attuatore per la trasformazione urbanistica verserà alle casse comunali più di 500mila euro per standard di qualità e altri 75mila per contributo di costruzione, tutte risorse che verranno impiegate per la realizzazione di opere di interesse pubblico in attuazione delle linee programmatiche dell’ente derivanti dal Piano triennale delle opere pubbliche comunali».

Soddisfatto, e come non potrebbe, il sindaco Alfredo Bonetti: «Nonostante il periodo storico di stagnazione economica, qualcosa nel nostro piccolo si è mosso, soprattutto nella direzione che ci siamo posti, ossia di recuperare i fabbricati esistenti quale quello del ex Prima da lungo tempo abbandonato e anche di grandi dimensioni, la zona ha visto in questo ultimo anno un importante intervento di recupero urbano, che ha visto la realizzazione dell’area per sgambettamento cani, l’insediamento della nuova farmacia con parcheggi annessi e la collocazione della “Poltrona del Pensiero” da parte dell’Associazione Volontari del soccorso fraterno».

Necrologie