Desenzano: i rifugiati continuano a dividere

Desenzano: i rifugiati continuano a dividere
Cronaca 26 Novembre 2016 ore 15:45

Due giornate di proteste infuocate a Desenzano per l'arrivo dei rifugiati ospitati nella villa di un privato alle Grezze.

VENERDì su Rete4 il programma "Dalla vostra parte " condotto da Maurizio Belpietro era in collegamento con Desenzano proprio di fronte all'edificio che causa tanta discordia.
Sono intervenuti Pietro Abate di Desenzano Civica e Pietro Avanzi di Fratelli d'Italia. Entrambi da sempre molto critici nei confronti delle soluzioni adottate dall'amministrazione comunale di Desenzano nella politica dell'accoglienza.

Il programma ha poi raggiunto in collegamento il proprietario della villa ospitante i profughi, il quale ha dichiarato ai microfoni che l'attuale programma di accoglienza gli frutta mille euro al mese con i quali paga il mutuo della propria abitazione.
Attaccato poi da Daniela Santanchè.

Nella giornata di SABATO presidio di protesta di Fratelli d'Italia, Lega Nord, Forza Italia e Desenzano Civica, trenta persone con cartelli e bandiere. 

"Ospitare profughi è un dovere - ha detto Pietro Avanzi  di Fratelli d'Itlia nella conferenza stampa - ma questi non scappano da nessuna guerra". 

"Gira voce che stiano dando problemi al mercato e come parcheggiatori abusivi" ha commentato Paolo Abate, Desenzano Civica.

"Chiederò al Sindaco controlli sanitari su queste persone - conclude Rino Polloni - e ribadisco che debbano essere fatte verifiche sulle strutture dove vengono ospitati per far luce sulla questione agibilità"


Necrologie