Cronaca
Chiari

Dalla Regione arrivano 630mila euro a supporto del commercio

Successo per il Duc: un importante risultato raggiunto in pianura solamente dalla città e dal capoluogo, Brescia.

Dalla Regione arrivano 630mila euro a supporto del commercio
Cronaca Bassa, 09 Dicembre 2022 ore 17:00

Ben 630 mila euro, ottenuti da Regione Lombardia e finalizzati alla promozione del commercio clarense. L’Amministrazione del sindaco Massimo Vizzardi ha visto il riconoscimento del "Progetto Duc: Interventi Innovativi Per Lo Sviluppo Delle Economie Locali", una sfida ambiziosa, che si pone in continuità con le politiche attive sviluppate dal Duc Chiari sin dal suo riconoscimento fino al bando regionale Sviluppo dei Distretti del Commercio 2022–2024, e che ora è stato premiato da Regione Lombardia.

Dalla Regione arrivano 630mila euro a supporto del commercio

Nello specifico, la proposta progettuale clarense prevede 12 interventi, per un totale di 1 milione 531.600 euro, di cui appunto Regione Lombardia ha ritenuto ammissibile e finanziabile un contributo a fondo perduto per l’importo di 630 mila euro. Tra questi interventi ci sono anche il bando per le imprese per 200.000 euro, una vera e propria boccata di ossigeno per le attività produttive del centro storico. Sono previsti, inoltre, diversi servizi innovativi sperimentali: i servizi e gli spazi comuni per le imprese; i servizi di babysitting per imprese, clienti e visitatori, un servizio di comunicazione e marketing in supporto alle imprese del Duc, i servizi comuni per l’informazione e l’accessibilità sostenibile; e la continuazione dei progetti di riuso di spazi sfitti per contrastare la desertificazione commerciale. e la presenza di Management di Distretto.

I progetti già avviati quali la rigenerazione urbana attraverso lo sviluppo della nuova polarità Teatro Sant’Orsola; e la rigenerazione attraverso il miglioramento della qualità urbana e fruibilità pedonale; le attività connesse con il Palio delle Quadre; il progetto Illuminiamo e animiamo il Natale a Chiari; le attività per Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023 sono stati valorizzati al meglio e hanno consentito di partecipare alla sezione "progetti di eccellenza" di questo bando. Un risultato raggiunto in pianura solamente da Chiari e dalla città capoluogo Brescia.

Insomma, si tratta di una proposta progettuale che lascia intuire la complessa strategia di sviluppo che il Duc Chiari intende perseguire nel medio–lungo periodo: un progetto integrato capace di favorire lo sviluppo delle attività economiche locali attraverso una pluralità di interventi innovativi, capaci di trattare i temi del supporto diretto alle imprese. Con la vittoria al bando Sviluppo dei Distretti del Commercio 2022–2024, il Duc Chiari vuole dunque proiettare il tessuto economico urbano verso un processo di innovazione finalizzato in particolare al supporto alle imprese; alla rigenerazione urbana e al contrasto alla desertificazione; ai servizi comuni per imprese cittadini e visitatori; all’animazione urbana; alla progettazione e alla governance.

L’intervento

Sul tema è intervenuto l'assessore al Commercio, Domenico Codoni.

«Il successo della partecipazione a questo bando è straordinario e ci darà la possibilità di programmare gli interventi previsti su più anni. Avremo la possibilità di premiare gli operatori che stanno investendo e che non si stanno lasciando scoraggiare da una situazione complicata. Siamo molto soddisfatti poiché questi contributi a fondo perduto (ben 630.000 euro) consentiranno una azione di ampio respiro e di supporto alle attività economiche - ha ribadito l’assessore Domenico Codoni - Alcuni interventi sono particolarmente innovativi e saranno attivati in un periodo non facile per le casse comunali e che ha messo a dura prova anche il tessuto economico nel nostro centro storico, peraltro dopo un quinquennio che aveva registrato una sensibile diminuzione degli spazi sfitti».

Seguici sui nostri canali
Necrologie