Cronaca
Sponsorizzato

CSC Compagnia Svizzera Cauzioni fidejussioni a fianco delle nuove imprese

CSC Compagnia Svizzera Cauzioni fidejussioni a fianco delle nuove imprese
Cronaca 11 Maggio 2022 ore 05:00

La pandemia di Covid-19, che ha colpito il mondo agli inizi del 2020, ha messo in discussione la fiducia nel lavoro d’ufficio più tradizionale. Sta difatti prendendo piede la tendenza, soprattutto da parte di giovani imprenditori e startupper, di operare cambiamenti drastici alla propria vita professionale, cercando soluzioni che offrano maggiore flessibilità e dinamicità nelle relazioni aziendali. Il fenomeno ha coinvolto anche la nostra azienda CSC Compagnia Svizzera Cauzioni, che ha acquisito già numerose richieste di consulenza per imprese che offrono o che decidono di operare maggiormente con le nuove tecnologie.

A partire dalla propria offerta di consulenza aziendale e attraverso i segnalatori presenti nel territorio, la nostra società ha proposto nuovi e specifici studi di fattibilità specifici per le aziende neocostituite nell’ultimo triennio, nel quale sono aumentate le startup innovative che sono state fondate rispetto agli anni precedenti, crescita notevole sia in termini assoluti che percentuali rispetto al totale delle imprese neocostituite. 

La costante crescita delle start-up innovative è influenzata dall’incremento del totale delle imprese neocostituite ma analizzando la percentuale di start-up rispetto al totale si conferma un aumento anche in termini di richieste pervenute alla nostra azienda, che ha agito in maniera trasparente e altamente professionale per consentire sia le riaperture che la nascita di nuove realtà d’impresa nel periodo post covid.

In particolare, le imprese che operano in maniera digitale e nelle attività di consulenza registrano la crescita maggiore negli ultimi 3 anni.

Dall’attività analitica svolta dalla CSC Compagnia Svizzera Cauzioni e Fidejussioni emerge un picco importante di crescita delle imprese contraddistinte dalla presenza di pochi dipendenti. Un’impresa con pochi è assimilabile a un’associazione di lavoratori in proprio o ad un’azienda di famiglia, per quanto riguarda le caratteristiche: queste imprese sono arrivate a rappresentare la quasi totalità di tutte le start-up costituite nell’ultimo anno. 

Questo è ciò che abbiamo rilevato come costante, nel nostro attento lavoro volto studiare fattibilità e i modi migliori per supportare sia le start-up che aziende già consolidate.

Per altro non si può escludere che questa tendenza sia stata accelerata ulteriormente anche dalla diffusione della pandemia, che ha fatto emergere in modo netto l’esigenza di maggiore flessibilità nella gestione degli impegni professionali, ad esempio in termini di localizzazione dell’attività lavorativa e di lavoro da remoto, sicuramente più gestibili da parte delle aziende neocostituite.

Seguendo la spinta verso attività più flessibili, indipendenti e orientate alle nuove tecnologie, la tendenza dei professionisti ad affidare l’attività di consulenza alla nostra azienda aumenta in maniera rilevante. Per comprendere appieno gli effetti del trend si analizzano alcune nuove dinamiche che iniziano a caratterizzare il panorama imprenditoriale. I segnali rilevati sembrano indubbiamente muovere in questa direzione. Infatti, se messi assieme, i dati analizzati raccontano di un tessuto imprenditoriale più dinamico, che in ripresa dalla depressione causata dalla pandemia – economica ma non solo – si lancia in attività lavorative flessibili, abbracciando i nuovi trend che si sono già affermati nei contesti più sviluppati.

Fonte e a cura di: CSC Compagnia Svizzera Cauzioni

Seguici sui nostri canali
Necrologie