Ordine dei Medici di Brescia

Covid 19 "Spieghiamo la pandemia": quello che c'è da sapere

Oggi pomeriggio incontro online aperto alla cittadinanza promosso dall'Ordine dei Medici e dal Comune di Brescia

Covid 19 "Spieghiamo la pandemia": quello che c'è da sapere
Cronaca Brescia, 22 Dicembre 2020 ore 07:30

Si terrà oggi pomeriggio, online, un incontro con la cittadinanza per affrontare la pandemia che quest'anno ci ha duramente colpiti. L'iniziativa gratuita è promossa da Ordine dei Medici e Comune di Brescia

Covid 19 "Spieghiamo la pandemia": quello che c'è da sapere

In un anno difficile segnato dalla pandemia, l’Ordine dei Medici e il Comune di Brescia hanno organizzato, per la cittadinanza nel pomeriggio di oggi, martedì 22 dicembre alle 17.30, un incontro divulgativo on line per approfondire gli interrogativi più diffusi sul Covid-19 attraverso le risposte della scienza.

Per prendere parte all'appuntamento “COVID 19 Quello che c'è da sapere - Spieghiamo la pandemia” , è necessario accedere alla piattaforma tramite questo link https://attendee.gotowebinar.com/register/8294859067977319435

Con la partecipazione di figure esperte che hanno vissuto l’emergenza in prima linea, durante l’incontro si chiariranno aspetti di interesse comune, come le modalità di contagio e le attenzioni che ciascuno di noi può mettere in atto per proteggersi, le attuali possibilità di cura, in ospedale e a casa, e le speranze riposte nei vaccini in arrivo, che promettono di condurci fuori dalla pandemia.

Sono previsti, tra gli altri, gli interventi di Francesco Castelli, direttore della Clinica di Malattie Infettive e Tropicali dell’Università degli Studi-Spedali Civili, degli epidemiologi Francesco Donato e Michele Magoni, di Maria Lorenza Muiesan, direttore Medicina Generale 2 degli Spedali Civili.

Condurranno l’incontro il presidente dell’Ordine, Ottavio Di Stefano, e la delegata del sindaco per la sanità, Donatella Albini.

L’appuntamento offrirà la possibilità di porre domande via chat ai relatori, per sfatare falsi miti sull’emergenza in corso e diffondere informazioni attendibili e scientificamente rigorose.

"Un modo per sostituire alla paura la responsabilità consapevole e il senso di comunità, i veri antidoti capaci di traghettarci al di là di questa drammatica crisi" hanno commentato gli organizzatori.

 

Necrologie