tutti in quarantena

Coronavirus, focolaio a Torbole Casaglia e 7 studenti bresciani positivi di rientro dalla Croazia

L'emergenza non è finita e serve tenere alta la guardia. A confermarlo il focolaio che ha costretto 11 persone di Torbole in quarantena, così come le famiglie e i contatti dei giovani tornati da Pag.

Coronavirus, focolaio a Torbole Casaglia e 7 studenti bresciani positivi di rientro dalla Croazia
Bassa, 12 Agosto 2020 ore 09:15

Dal Comune di Torbole Casaglia il sindaco Roberta Sisti e i medici di Medicina generale del paese avevano appena augurato ai cittadini di trascorrere un buon Ferragosto e ai ragazzi di divertirsi, ma con le dovute precauzioni per evitare di essere contagiati dal Covid, quando è arrivata la notizia di un piccolo focolaio proprio a Torbole. Mentre altri 7 giovani bresciani, di età compresa fra i 18 e i 25 anni, sono risultati positivi al Covid al rientro dalle vacanze in Croazia.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, 14 nuovi contagi nel bresciano, 68 in Lombardia

Coronavirus, focolaio a Torbole Casaglia: 11 in isolamento

“Proprio ieri con i nostri medici di Medicina generale raccomandavamo di non abbassare la guardia e di continuare ad utilizzare buonsenso, distanze e mascherina soprattutto per chi viaggia o fa ritorno dalle vacanze – ha spiegato il sindaco di Torbole ieri sera in una nota – Diamo notizia, oggi, di un focolaio a Torbole Casaglia che conta 6 persone contagiate, per un totale di 11 persone in isolamento. È un focolaio famigliare circoscritto e contestuale al nucleo, derivante dal rientro di parenti da Londra. Sono tutti a casa in isolamento obbligatorio e le loro condizioni di salute non sono gravi, la situazione è sottoposta ad attenta sorveglianza sanitaria. Siamo in stretto contatto con Ats. Le persone entrate in stretto contatto con i positivi al Coronavirus saranno contattate”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, l’ultimo monitoraggio settimanale indica una tendenza in aumento

Sette giovani di rientro dalla Croazia positivi al virus

Sono sette i ragazzi bresciani, tutti studenti, che dopo una vacanza organizzata da tour operator sull’isola di Pag, in Croazia, sono risultati positivi al Covid. Fortunatamente non ci sono casi gravi, ma si trovano tutti in quarantena obbligatoria.

L’1 agosto sono rientrati in Italia dalla Croazia tre pullman, prevalentemente di studenti friulani e veneti. Con loro tre ragazzi bresciani che, sottoposti al tampone, sono risultati uno positivo e uno negativo, mentre per il terzo si attende l’esito. Il positivo non presentava sintomi: è stato sottoposto alla quarantena obbligatoria. Lunedì è rientrato dalla Croazia un altro pullman, dove c’erano nove studentesse bresciane: sei sono risultate positive, una negativa e di due si attende in queste ore l’esito del tampone. Non ci sono casi gravi fortunatamente.

Da parte di Ats è ora in corso l’indagine epidemiologica sui famigliari delle ragazze e sui contatti stretti, tutti sottoposti alla quarantena fiduciaria per 14 giorni, quando verranno sottoposti al tampone di chiusura.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia