Brescia

Controllo della Digos per alcune volontarie del presidio “9 Agosto”

In città nono giorno di protesta per la Federazione del Tavolo Associazioni Fiume Chiese e Lago d'Idro

Controllo della Digos per alcune volontarie del presidio “9 Agosto”
Cronaca Brescia, 17 Agosto 2021 ore 17:05

Comunicato stampa diramato oggi dalla Federazione del Tavolo Associazioni Fiume Chiese e Lago d'Idro

Tante visite per i volontari del presidio “9 Agosto”, anche quella della Digos

La Federazione del Tavolo Associazioni Fiume Chiese e Lago d'Idro ha diramato oggi un comunicato stampa firmato dal presidente Gianluca Bordiga in cui si legge: Il “PRESIDIO 9 AGOSTO SALVIAMO IL FIUME CHIESE”, avviato appunto lunedì 9 agosto 2021 in fianco all'ingresso principale della Prefettura di Brescia, oggi è entrato nel nono giorno, un presidio h24 ovvero giorno e notte partecipato da tante tante tante persone dei vari territori dell'interasta del Chiese. E' stato voluto e quindi avviato da 5 entità organizzative: la Federazione delle associazioni del Chiese, il Tavolo provinciale Basta Veleni, il Comitato referendario Acqua Pubblica, il Comitato mamme del Chiese, il Comitato Ambiente Territorio Basso Garda. In questi otto giorni hanno portato la loro solidarietà, alcuni facendo anche un turno, in particolare i sindaci di Gavardo, di Montichiari, di Muscoline, di Ghedi, di Prevalle, il consigliere provinciale Sarnico nonché sindaco di Ospitaletto, il consigliere provinciale Ferrari, la signora consigliere provinciale Cristina Almici nonché sindaco di Bagnolo Mella, il parroco di Fiumicello-Brescia don Fabio Corazzina, il parroco di Casalmoro e altre personalità. Il presidio, dopo una certa trattativa con la Questura, che nei primi giorni ha fatto insistite pressioni anche su aspetti non rilevanti, è dichiarato a oltranza, per il momento abbiamo l'autorizzazione a rimanere in forma permanente dalle ore 8 alle 22 e poi in forma non scritta e cosiddetta "sparsa" restiamo tutta la notte fino a coprire l'intero arco delle 24 ore. Il presidio è assolutamente civile e pressoché in forma silenziosa, ovvero in serata vengono spesso a portarci la loro solidarietà dei poeti e dei cantautori bresciani, come ieri sera 16 agosto che abbiamo avuto l'intervento di don Fabio Corazzina alle 20 e poi del cantautore Piergiorgio Cinelli dalle 21 alle 22. E ieri sera s'è verificato un episodio tanto sgradevole quanto incredibile: alle 22 alcune donne attiviste del presidio, 5 donne, che abitualmente lavorano a maglia e uncinetto, si sono sedute sotto i fari dalla parte opposta del presidio al fine di lavorare a uncinetto, per vederci bene, e in quella posizione erano proprio sotto la telecamera a 360° che controlla l'area; dopo pochi minuti è arrivata la DIGOS e voleva identificarle per poi probabilmente fare contravvenzione; meno male che dopo non breve trattativa dei nostri splendidi membri del Comitato di coordinamento la DIGOS ha ritenuto di non identificarle e forse hanno compreso che è veramente ridicolo temere che alcune donne che lavorano a maglia e a uncinetto a sostegno del presidio possano comportare un pericolo per la pubblica sicurezza o per la quiete pubblica. Poi, anche dinanzi a questi ultimi episodi, un partecipante al presidio mi ha comunicato che dalla mezzanotte di stasera 17 agosto inizierà uno sciopero della fame di 24 ore per protesta contro il Commissario della depurazione del lago di Garda e contro le sue scelte”.

Necrologie