Cronaca
Palazzolo sull'Oglio

Contrasto a spaccio e microcriminalità, arrivano i fondi dal Ministero dell'Interno

Verranno implementate le videocamere di sorveglianza, orari straordinari per gli agenti della Locale e impiego di unità cinofile.

Contrasto a spaccio e microcriminalità, arrivano i fondi dal Ministero dell'Interno
Cronaca Oglio, 13 Dicembre 2021 ore 16:43

Due finanziamenti ministeriali – del valore complessivo di oltre 75mila euro – ottenuti dalla Polizia Locale di Palazzolo grazie ad altrettanti progetti ad hoc per la prevenzione e il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Le parole del primo cittadino

È un risultato importante quello ottenuto dall'Amministrazione del sindaco Gabriele Zanni e dalla Polizia Locala palazzolese, guidata dal comandante Luca Ferrari.

«Con queste risorse, ottenute grazie alla partecipazione a bandi ministeriali e a progetti strutturati, saremo in grado di continuare ad aumentare le dotazioni a disposizione delle Forze dell’Ordine e in primis della nostra Polizia Locale, per garantire ancora un maggiore presidio di controllo del territorio, soprattutto in alcune aree che necessitano di maggior monitoraggio», ha commentato il sindaco Zanni.

Contro spaccio di sostanze stupefacenti

Nello specifico, il primo progetto – dell'importo di circa 15.500 euro, interamente finanziati dal Ministero dell’Interno – è specificamente rivolto alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nelle aree circostanti gli istituti scolastici, tanto le scuole superiori, quanto le scuole medie cittadine. Infatti, il progetto Scuole Sicure 2021/22 si svilupperà per l’intero anno scolastico con l’obiettivo di elevare la sicurezza intorno agli istituti scolastici cittadini, ma anche nelle aree caratterizzate da forte aggregazione studentesca durante i percorsi casa–scuola, come i parchi, la stazione ferroviaria e le fermate dell’autobus. Per farlo, verranno messi in atto servizi mirati di Polizia Locale, anche con il supporto dell’unità cinofila e delle telecamere di videosorveglianza mobili.

Intensificazione dei controlli

Invece, il secondo progetto che si attiverà sempre nel 2022 – dell’importo di circa 60mila euro, anche questo interamente finanziato dal Ministero dell’Interno – ha un duplice obiettivo. In primo luogo, punta a contrastare il fenomeno della vendita e dello spaccio di sostanze stupefacenti con l’implementazione del sistema di videosorveglianza comunale già esistente. Infatti, il servizio verrà esteso anche a particolari luoghi e aree pubbliche dove in passato si sono verificati episodi di spaccio o fenomeni di microcriminalità connessi proprio allo spaccio stesso. Tra le aree dove verrà installata la videosorveglianza ci saranno il Parco delle Tre Ville, il Parco delle Calci e la zona del condominio La Filanda in via Sarioletto; oltre a diverse altre strade e aree. Inoltre, con questo secondo progetto si potranno intensificare le attività di controllo anche con l’impiego in orario straordinario del personale della Polizia Locale, includendo anche con l’unità cinofila.

Necrologie