Cronaca
E' successo in A35

Colto da un malore, autista del carro attrezzi salvato dalla Polstrada di Chiari

Il 52enne si è sentito male dopo aver soccorso due ragazze con l'auto in avaria. E' stato trasportato in ospedale in codice giallo.

Colto da un malore, autista del carro attrezzi salvato dalla Polstrada di Chiari
Cronaca Bassa, 01 Luglio 2022 ore 16:17

Hanno letteralmente salvato la vita a un uomo. Loro sono gli agenti della Polizia Stradale di Chiari che, intorno alle 13.30 di martedì pomeriggio, sono riusciti ad evitare che per un 52enne, autista di un carro attrezzi che aveva accusato un malore, si potesse verificare il peggio.

Colto da un malore, autista del carro attrezzi salvato dalla Polstrada di Chiari

Erano circa le 13.30 ed era da poco iniziato il turno pomeridiano di controllo in A35 da parte degli agenti della Polizia Stradale di Chiari. All’altezza del casello di Bariano, in provincia di Bergamo, l’autista di un carro attrezzi che aveva appena soccorso due ragazze con l’auto in avaria, poco dopo il servizio ha accusato un malore che avrebbe potuto costagli la vita. Il 52enne, infatti, ha improvvisamente avvertito forti dolori al petto e fitte al cuore che, piano piano, lo stavano portando a perdere i sensi. L’autista è stato immediatamente fatto scendere dal mezzo, ma le sue condizioni si sono dimostrate fin da subito precarie.  Provvidenziale, in questo caso, è stato l’intervento dei due agenti della Polstrada di Chiari che hanno immediatamente allertato il 118, ma soprattutto messo in pratica quanto imparato alle lezioni di Primo soccorso.

I soccorsi

Con l’aiuto delle due ragazze che fortunatamente avevano nel veicolo un telo, è stata immediatamente creata una sorta di tenda per proteggere l’uomo dal sole che, in queste giornate così calde, avrebbe sicuramente potuto aggravare le condizioni.
Nel frattempo, i poliziotti, sempre al telefono con i soccorritori allertati, hanno adagiato l’uomo per terra e rispettato il protocollo di primo soccorso seguendo anche le indicazioni fornite in diretta dai sanitari. Respirazione, dialogo, controllo del polso: a lato della strada è stato fatto tutto il possibile per fare in modo che l’uomo non svenisse perdendo i sensi, ma che anche in condizione di dolore restasse sempre sveglio e cosciente. Nonostante talvolta la situazione sembrava stesse peggiorando, fortunatamente non è stato necessario procedere con il massaggio cardiaco.

Il salvataggio

Poco dopo, all’arrivo dei soccorsi, l’uomo è stato caricato sull’ambulanza che l’ha trasportato in codice giallo all’ospedale di Zingonia per tutti gli accertamenti del caso. Palese il fatto che l’intervento degli agenti gli abbia letteralmente salvato la vita: se loro non si fossero trovati in zona purtroppo le cose sarebbero potute andare diversamente.

Però, come spesso ribadito dai poliziotti anche nel corso degli incontri scolastici, talvolta anche solo una telefonata può essere previdenziale: contattare il 112 o utilizzare l’applicazione di Areu per mettersi in contatto con il personale sanitario e seguirne le indicazioni, anche per una persona non esperta e sprovvista delle competenze, potrebbe fare davvero la differenza.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie