Ciscappailgarda chiude il ciclo Economie di oggi, turismi di domani

Ciscappailgarda nasce dal movimento del consumo critico dei Gruppi di Acquisto Solidale e dell'Economia Solidale e trova la sua linfa nel blog omonimo

Ciscappailgarda chiude il ciclo Economie di oggi, turismi di domani
Garda, 19 Gennaio 2019 ore 20:22

«Ciscappailgarda» (ed. Liberedizioni) questo il titolo del libro che è stato presentato oggi (sabato 19 gennaio) nella cornice di Sala dei Provveditori a Salò, ultimo appuntamento del ciclo «Economie di oggi, turismi di domani: tre libri per la società gardesana».

Ad accomunare i tre incontri l'adozione di un «presbitismo virtuoso», come lo ha definito l'editore Marcello Zane tramite il quale guardare indietro a quanto stato fatto e ragionare su quanto può essere fatto ora e nel futuro per il territorio bagnato dal bacino lacustre benacense.

Ad introdurre il vicesindaco e assessore ad istruzione e cultura Pierantonio Pelizzari.

Dal blog al libro

L’idea del libro è stata del tutto accidentale ed è nata al di fuori del consiglio direttivo dell’ Associazione verso il Distretto di Economia Solidale del basso Garda:

«La nostra associazione ha circa centocinquanta associati, altrettante famiglie che fanno parte di una decina di GAS (Gruppi di Acquisto Solidale) del territorio del basso Garda - ha spiegato l'autore Mirko Cavalletto -  Tra loro è scaturita l’idea di far leggere all’attuale editore del libro il mio blog. Proprio lui mi ha poi convinto a scrivere questo libro».

La discussione in seno al Consiglio Direttivo dell’ Associazione sull’ opportunità di investire per la pubblicazione del libro è stata molto breve:

« Ci è parsa subito una buona occasione per diffondere i nostri principi statutari, e che oltretutto avrebbe comportato uno sforzo contenuto: il materiale c’era già tutto sul blog - ha spiegato - La campagna di crowdfounding che abbiamo lanciato nel periodo da febbraio ad aprile del 2018 ci ha inoltre consentito di racimolare, con la forma del pre acquisto, quanto necessario per la pubblicazione.

Il sostegno dei soci è stato importante, ma abbiamo intercettato sostenitori anche al di fuori della nostra cerchia».

TORNA ALLA HOMEPAGE

Necrologie