Trovata morta Manuela Bailo scomparsa a Brescia: l’ha uccisa l’ex amante

Il cadavere è stato ritrovato a Azzanello, mentre l'ex amante ha confessato.

Brescia, 20 Agosto 2018 ore 10:04

Tragico epilogo per la vicenda della trentacinquenne Manuela Bailo. Questa notte l’ex amante di Ospitaletto avrebbe confessato e il cadavere è stato ritrovato in un cascinale di Azzanello.

Aggiornamento delle  13.05

I militari della Sis di Brescia stanno mettendo i sigilli all’abitazione che, seppur all’incrocio con via Dante, è in realtà in via Allende.

Aggiornamento delle 11:38 – Il comunicato ufficiale

Si aspettava una conferenza stampa, invece è arrivato un comunicato.

“Nella notte tra il 19 e il 20 agosto, personale del Nucleo investigativo carabinieri Brescia, del Ros carabinieri Brescia, del Nucleo operativo Compagnia carabinieri di Gardone Val Trompia e della stazione di Nave ha dato esecuzione a un decreto di perquisizione emesso da questo Ufficio nei confronti di P.F.G. (classe 1970), indagato nel procedimento penale iscritto a seguito della scomparsa di Manuela Bailo. Nelle fasi preliminari delle operazioni, l’indagato ha inteso rendere dichiarazioni confessorie avente ad oggetto l’omicidio di Manuela Bailo ed è stato pertanto interrogato nella notte dal magistrato titolare delle indagini alla presenza del difensore d’ufficio. All’esito dell’interrogatorio, l’indagato ha partecipato a un sopralluogo ad Azzanello (Cr) indicando il luogo di occultamento del cadavere di Manuela Bailo. Le attività di ricerca hanno confermato la presenza nel luogo indicato dall’indagato di un cadavere di sesso femminile compatibile con il corpo appartenuto in vita a Manuela Bailo per conformazione e indumenti indossati. Sono in corso ulteriori appronditi accertamenti tesi a ricostruire con precisione la dinamica dei fatti e pertanto le indagini non possono dirsi concluse. Il Pubblico Ministero ha disposto il fermo dell’indagato.”

QUI TUTTE LE FOTO DELLA ZONA DEL RITROVAMENTO, NEL CREMONESE

Aggiornamento delle 11 – Tragico epilogo

Il cadavere di Manuela è stato ritrovato in un cascinale di Azzanello, piccolo paese della provincia di Cremona, ma a due passi da Quinzano e Orzinuovi. Qui sono ancora in corso gli accertamenti. Nel frattempo i carabinieri hanno identificato l’assassino della trentacinquenne bresciana. I militari hanno stretto il cerchio intorno all’ex amante Fabrizio Pasini, di quarantotto anni, che, questa notte, messo sotto torchio dagli inquirenti avrebbe confessato. Il sindacalista, collega della donna, era anche partito per le vacanze in Saredegna con la moglie e si era dichiarato estraneo ai fatti.

Caso Bailo: svolta a Ospitaletto

Finalmente una svolta in una vicenda molto intricata. Anche se il timore è che possa essere tragica.  Nella notte i carabinieri hanno effettuato un’operazione a Ospitaletto, paese dove risiede un uomo, conoscente della donna scomparsa ormai da un mese. I militari stanno piantonando un’abitazione di via Dante. Al momento il Comando provinciale sta mantenendo assoluto riserbo sui dettagli, ma tutte le ipotesi sono aperte. Probabilmente in giornata sarà convocata una conferenza stampa.

La scomparsa di Manuela

Tutto parte dal 28 luglio. Da quel sabato, nessuno ha più visto la trentacinquenne Manuela Bailo. La donna, da Nave, si era allontanata a bordo di una Opel Corsa grigia targata EF460GZ (e mai più trovata) dicendo al convivente, suo ex fidanzato, che avrebbe raggiunto un’amica al lago. Ma da lei non è mai arrivata. Poi, il lunedì, non si era presentata al lavoro al caf Uil di Nave.

I messaggi e l’appello

Fino al lunedì però dal suo telefono sono stati inviati dei messaggi. Gli ultimi appunto per avvisare che non sarebbe andata al lavoro perchè non stava bene. Ma questi sono da subito sembrati sospetti e in molti hanno creduto che non fossero stati inviati da lei. Inoltre, la donna, proprio dopo pochi giorni, sarebbe dovuta partire per le vacanze con un’amica, ma anche questa non l’ha mai sentita. La notizia è rimbalzata sui canali nazionali e la sorella aveva anche fatto un’appello per invitare a collaborare nelle ricerche, ma fino ad oggi… il nulla.

Le piste

Le indagini si sono da subito concetrate sulla vita della trentacinquenne di Nave e sulle sue relazioni. Due per la precisione. E’ stato più volte ascoltato il suo ex, e ancora convivente Matteo Sandri, ma i carabinieri hanno anche interrogato l’ex amante della donna, un quarantottenne sposato, Fabrizio Pasini. A detta di lui la loro relazione sarebbe però terminata da più di un anno.

LEGGI ANCHE:

Manuela Bailo scomparsa: l’appello della sorella Arianna in tv

Manuela Bailo scomparsa, parla l’amante: “Tra noi era già finita da un anno”

La 35enne Manuela Bailo scomparsa: il giallo dei messaggi

Manuela Bailo scomparsa da Nave: era a Brescia con un uomo calvo?

Manuela Bailo scomparsa: si cerca la sua Opel a Brescia

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia