Menu
Cerca

Caos all'ex Caserma Serini: mancano le fognature

Caos all'ex Caserma Serini: mancano le fognature
Cronaca 03 Dicembre 2016 ore 12:24

Altro problema alla ex Caserma Serini. L'imminente arrivo dei 130 profughi non basta; ora la questione è un'altra: mancano le fognature.

E sul caso interviene l'assessore regionale Viviana Beccalossi.

"Resto allibita nell'apprendere che pur di creare campi profughi il ministero dell'Interno non si preoccupi neppure di verificare che le strutture individuate posseggano i requisiti 'minimi'. Ringrazio quindi il direttore generale dell'ATS di Brescia, Carmelo Scarcella, per essersi messo immediatamente a disposizione per verificare se nell'ex Caserma Serini di Montichiari esistono le condizioni igienico-sanitarie per ospitare i 130 profughi indicati dalla Prefettura e dal ministro Alfano".

Lo afferma Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio e Urbanistica, prendendo atto della risposta del direttore Scarcella che, interpellato dal sindaco di Montichiari, si e' detto pronto a effettuare i controlli igienico-sanitari riguardanti la struttura collocata nei pressi dell'aeroporto bresciano.

"Il mio appello va al ministro Alfano e al Prefetto di Brescia - aggiunge Viviana Beccalossi -, a loro faccio presente che nella lettera inviata dal sindaco, che mi vedeva tra i destinatari, si ipotizzava, ad esempio, la mancanza di fognature. Se cio' fosse vero e se non esistessero quei requisiti che la legge richiede per gli italiani che pagano regolarmente le tasse e che vengono giustamente sanzionati in caso di non rispetto delle regole, gli immigrati non dovranno essere ospitati alla Serini. Sarebbe poi gravissimo e, per quanto mi riguarda inaccettabile, creare 'zone franche' nel nome dell'immigrazione clandestina, in cui la legalita' non venga contemplata".


Necrologie