Cronaca
Quinzano d'Oglio

Cani al cimitero, si o no? Un sondaggio per valutarne la fattibilità

Il sindaco Lorenzo Olivari sta valutando se portare la questione in Giunta

Cani al cimitero, si o no? Un sondaggio per valutarne la fattibilità
Cronaca Bassa, 23 Ottobre 2021 ore 11:23

Cani al cimitero: dalla richiesta di alcuni cittadini nasce un sondaggio del sindaco di Quinzano d'Oglio, Lorenzo Olivari, per poter permettere agli amici a quattro zampe di entrare nel camposanto insieme ai padroni.

Un sondaggio per poter permettere l'accesso dei cani al cimitero

Un sondaggio informale sui social che ha raccolto più del 65 per cento dei consensi e che potrebbe trasformarsi in realtà, d’altronde, come ha fatto notare il primo cittadino, il camposanto è di demanio comunale.

«Mi sono pervenute nelle scorse settimane delle richieste informali da parte di alcuni cittadini che hanno espresso il desiderio di portare il proprio amico a quattro zampe al cimitero, una tematica sicuramente sensibile - ha spiegato Olivari - Ho deciso quindi di aprire un sondaggio sui social, informale, per capire cosa ne pensassero i quinzanesi. Dopo 24 ore ho visto che hanno interagito circa 200 utenti, dei quali il 65 per cento si sono espressi favorevolmente. E’ una questione da prendere quindi in considerazione anche se si è ancora in fase preliminare, ho comunque intenzione di discuterne in Giunta».

Ci dovranno essere delle regole precise

Essendo il camposanto di demanio comunale spetta all’Amministrazione prendere delle decisioni ma ci sono tanti «ma».

«Gli animali d’affezione sono diventati sempre di più parte integrante dei nuclei familiari e in tanti sentono la necessità di averli sempre con loro: nel nostro programma elettorale abbiamo sempre messo l’accento sul fatto che saremmo stati pet friendly e abbiamo intenzione di continuare su questa linea - ha proseguito Olivari - Il regolamento però dovrà essere molto dettagliato e i quinzanesi dovranno seguire tutte le regole del caso per non arrecare né danni né disturbi. Le deiezioni e i bisogni fisiologici infatti andranno raccolti e puliti. In caso questa iniziativa abbia successo metteremo a disposizione un contenitore dove buttare le feci canine e ci sono le fontanelle per lavare l’urina. L’accesso sarà obbligatoriamente con il cane al guinzaglio e dovranno essere garantite tutte le condizioni di sicurezza per gli animali all’interno dell’area. Ci sono tante persone che hanno i cani, penso sia anche una questione di praticità. Io sono diviso su due fronti: se gli utenti si comportassero bene allora non ci sarebbe nessun problema, ma dall'altro temo comunque si possano creare delle situazioni spiacevoli. Tuttavia sono fiducioso nella popolazione».

Insomma, l’intenzione è quella di dare un servizio che possa giovare alla comunità ampliando gli orizzonti, sempre che tutti siano d’accordo.

Seguici sui nostri canali
Necrologie