Calcinato, feci e carta igienica nel fiume Chiese, la denuncia del Comitato

Il comitato rinviene un tubo di dimensioni notevoli posizionato per scaricare liquido altamente maleodorante direttamente nel Fiume Chiese, nei pressi del Depuratore di Calcinatello

Calcinato, feci e carta igienica nel fiume Chiese, la denuncia del Comitato
Cronaca Montichiari, 23 Marzo 2019 ore 12:15

Scarichi maleodoranti, carta igienica e feci, la segnalazione di Laura Corsini del Comitato indirizzata agli organi compententi.

Il fatto

L'episodio risale alla sera del 20 marzo. Il comitato  ha rinvenuto un tubo di dimensioni notevoli posizionato per scaricare liquido altamente maleodorante direttamente nel Fiume Chiese, nei pressi del Depuratore di Calcinatello. Procedura di scarico rinvenuta e accertata anche le sere successive a quella del 20. Sul posto , intervenuti per la segnalazione, anche gli agenti della Polizia Locale,   l'ingegnere di Depurazioni Benacensi e i tecnici di Acque Bresciane, i quali accertato la presenza dello scarico, hanno proceduto a controlli tecnici di routine. La scena si è ripetuta nelle sere successive stando alle segnalazioni dal Comitato, una prassi insomma normale. Il materiale nelle sere successive era contraddistinto inoltre da miasmi di intensità superiore.

Fiume Chiese
Feci e carta igienica nel fiume Chiese, la denuncia del Comitato

La segnalazione al sindaco Marika Legati

"Gentilissimo Sindaco Legati, ci pregiamo ribadire come già comunicato più volte che il territorio locale presenta elevate criticità dal punto di vista ambientale e che l’ amministrazione che lei rappresenta non ha saputo o voluto, a nostro avviso, mettere in campo soluzioni prioritarie ed efficaci al problema ambiente nonostante da tempo il benessere dei suoi cittadini sia quotidianamente messo alla prova. Non ci bastavano discariche, non ci bastavano numerosi impianti di trattamento rifiuti e trattamento fanghi che da anni stanno creando problematiche al territorio, da alcuni mesi un incremento notevole di rifiuti abbandonati (anche incendiati) ed episodi di canali che trasportano materiale più simile a quello che viene trasportato dalle fogne che acqua. Il tutto supportato dal rilascio di odori nauseabondi. Una piaga quest’ultima che in un territorio come quello bresciano lo riteniamo davvero inopportuno e non giustificabile. Dagli odori, ai rifiuti abbandonati ovunque, e da qualche mese anche segnalazioni di scarichi sembrerebbe attestare negativamente il benvenuto a Calcinato.Per questo, prima di entrare nei fatti, siamo a chiederle di convocare un Consiglio Comunale al fine di avviare urgentemente una discussione “anche” sulla questione delle verifiche sugli scarichi e poter essere tranquillizzati che non esiste un nuovo allarme ambientale".

Epidemia di legionella, la relazione dell'ISS

Il Comitato vuole vederci chiaro, anche in relazione ai pesanti odori che da anni vengono segnalati nella frazione. Senza bisogno di ricordarlo, proprio nei giorni scorsi l'istituto superiore della Sanità ha consegnato la relazione sulle cause e il veicolo di diffusione dell'epidemia di polmonite e legionella che la scorse estate ha fatto ammalare oltre 500 persone nella Bassa bresciana e provocato la morte di almeno tre pazienti confermando che l'epidemia si è diffusa dal fiume Chiese. Per questo riteniamo che il Fiume Chiese abbia necessità di essere alimentato da acqua depurata e non da presunte “acque” maleodoranti. Spetta ad ogni Comune la salvaguardia e la messa in sicurezza di un habitat così prezioso per intero ecosistema come il nostro Fiume Chiese. Scaricare nel fiume è legittimo? E' quanto sono in attesa di capire i membri del Comitato dopo la segnalazione inviata al Municipio.

Necrologie