Cronaca

Caffè&Chiacchere, torna l'università di Arnaldo

Mercoledì 21 novembre riprende “Caffè&Chiacchiere, L’Università di Arnaldo”, il ciclo di conversazioni culturali, dell’Associazione Arnaldo da Brescia.

Caffè&Chiacchere, torna l'università di Arnaldo
Cronaca Brescia, 20 Novembre 2018 ore 16:01

Tornano le conversazioni culturali pomeridiane di Caffè&Chiacchere, l'Univesità di Arnaldo, che avranno luogo all'interno della Residenza Korian-Vittoria

La proposta

L'Associazione Arnaldo da Brescia, che organizza l'iniziativa da più di vent'anni, torna nuovamente per promuovere le competenze dei giovani studiosi ed affrontare tematiche di grande attualità ed interesse. Anche quest'anno, la nuova serie proporrà un ventaglio di argomenti legati alla storia e all'arte della città e della provincia, inoltre saranno presentati alcuni volumi di autori bresciani.

Il programma

Un evento al mese a partire dal pomeriggio di mercoledì 21 novembre, fino al 22 maggio. Ad aprire il ciclo d'incontri sarà lo storico dell'arte Silvio Ferraglio, durante il quale si affronterà un argomento insolito e curioso legato alla pirateria bresciana nell'Egeo, risalente al 1595. Ferraglio racconterà la storia di questi pirati grazie ad alcuni brani del diario di bordo di questa nave, pensato perduto per molto tempo e ritrovato all'interno del museo del mare di Siviglia. Seguiranno Francesca Brizzi, che svelerà i riti religiosi Cenomani, Enrico Gandolfini, scrittore e giornalista, presenterà il suo romanzo "Delitto in la bemolle". Quest'anno si parlerà inoltre anche della provincia con Giovanni Boccingher, che racconterà la storia del territorio di Concesio, e con Simona Cremonini, la quale si occuperà di svelare alcuni misteri del lago di Garda. Infine Simone Don affronterà l'argomento del rimpiego in città e nel territorio di materiali romani, ed in chiusura Mauro Oliva, studioso di trasporti pubblici, analizzerà la storia del tram a Brescia.

TORNA ALLA HOMPAGE

Necrologie