Cronaca
Quinzano d'Oglio

Buoni spesa a chi ne ha bisogno: il generoso gesto di un quinzanese

Il gesto di una persona generosa

Buoni spesa a chi ne ha bisogno: il generoso gesto di un quinzanese
Cronaca 03 Aprile 2021 ore 12:02

Buoni spesa a chi ne ha bisogno: il generoso gesto di un quinzanese che ha voluto aiutare chi non ce la fa rimanendo però coperto dall’anonimato. Una bella notizia, esempio di solidarietà, quella che in questi giorni sta tenendo banco in paese e che aiuterà parecchie famiglie e anziani in difficoltà.

Un gesto spontaneo di generosità

Un gesto spontaneo che ha scaldato sicuramente il cuore di molti, quello che è accaduto nei giorni scorsi a Quinzano d'Oglio.
Un cittadino infatti ha contattato i Servizi sociali e ha chiesto di poter donare i suoi soldi... trasformandoli però in buoni pasto che l’Amministrazione consegnerà ai più bisognosi nei prossimi giorni: anziani, famiglie, persone sole e in difficoltà.
«Quella che stiamo vivendo è una situazione difficile e scalda il cuore sapere che c’è chi nel suo piccolo pensa anche agli altri, a chi è meno fortunato - ha confermato l’assessore alla partita Marinella Brunelli - Nei giorni scorsi siamo stati contattati da questo cittadino di Quinzano che ha tenuto opportuno fare una donazione sotto forma di buoni spesa a chi non ha da mangiare. Vuole restare anonimo ma al tempo stesso vuole esprimere la sua vicinanza ai quinzanesi. Ha messo dei paletti in merito a quali persone aiutare però: vorrebbe che i buoni andassero alle famiglie e agli anziani in difficoltà».
La cifra che è stata donata quindi ammonta a 500 euro, ma non è l’unico che ha deciso di dare qualcosa al suo paese.

Le donazioni dei quinzanesi

L’assessore Brunelli però ha confermato che non è l’unico ad aver pensato di donare qualcosa.
«In tanti ci stanno chiedendo come poter offrire e donare alimenti a lunga scadenza - ha proseguito l’assessore - Stiamo accettando le varie proposte e a breve ritorneremo a consegnare settimanalmente i pacchi. Purtroppo questa attività è stata interrotta per tutto il mese di marzo a causa di problemi correlati con il virus ma tutti questi beni alimentari continuano ad arrivare, sia da associazioni che da privati. Sono bei gesti che fanno ben sperare». Purtroppo però la situazione non è buona. A Quinzano, come ovunque, le richieste di aiuto vengono da tutti: famiglie, persone che hanno perso il lavoro, anziani che non riescono a tirare a fine mese.
«Quello che temiamo, anche come Amministrazione, sono i licenziamenti - ha concluso Brunelli - Abbiamo paura della botta economica che potrebbe arrivare a breve».

Necrologie