Menu
Cerca

Bresciano rapito dall'Isis; dubbi sulla veridicità

Bresciano rapito dall'Isis; dubbi sulla veridicità
Cronaca 29 Novembre 2016 ore 17:25

"Mi chiamo Sergio Zanotti e da sette mesi sono prigioniero qui in Siria. Prego il governo italiano di intervenire nei miei confronti prima di una mia eventuale esecuzione".

Sergio Zanotti, originario di Brescia, è prigioniero di un gruppo armato non identificato in Siria da sette mesi, secondo quanto riferisce oggi il sito russo Newsfront, che mostra un video mentre l'ostaggio chiede l'intervento del governo italiano per evitare una sua "eventuale esecuzione".

A quanto si apprende da fonti dell'Unità di crisi della Farnesina, le autorità italiane sono a conoscenza del video da diversi giorni e stanno seguendo il caso.

Secondo quanto accertato finora da investigatori italiani però il video gira sul web da circa una settimana e non sembra "univoco", dal momento che l'italiano, per quanto con la barba lunga, non appare nelle immagini particolarmente provato dai presunti sette mesi di prigionia. Mesi fa Zanotti era partito dall'Italia per la Turchia, dove si sono perse le sue tracce.


Necrologie