CORONAVIRUS

Brescia, l’Rt non è ancora basso a sufficienza: la zona rossa potrebbe rimanere

Brescia è tra le province con un indice di trasmissibilità ancora troppo elevato

Brescia, l’Rt non è ancora basso a sufficienza: la zona rossa potrebbe rimanere
Brescia, 18 Novembre 2020 ore 08:36

Brescia, l’Rt non è ancora basso a sufficienza: la zona rossa potrebbe rimanere.

La Provincia di Brescia sperava e spera tuttora in un allentamento delle misure imposte lo scorso 6 novembre, ma ad oggi la situazione non pare migliorata a sufficienza per poter sognare l’inserimento in zona arancione entro il prossimo 27 novembre. A decidere il destino di Brescia e di numerose altre province ci sarà un parametro matematico: l’Rt, indice di trasmissibilità.

Zona arancione con Rt tra 1,25 e 1,50

Se compreso tra 1,25 e 1,5 il territorio è zona arancione: se è superiore zona rossa, inferiore zona gialla. A questo vanno ad aggiungersi i fattori di rischio, i parametri su cui è scontro aperto tra Regioni e Governo, e secondo il quale il rischio è in stato molto avanzato praticamente in tutto il Paese.

Il monitoraggio del venerdì

Nel caso della Lombardia, l’Rt preso in considerazione con il monitoraggio del venerdì (e indicante le due settimane precedenti), in questo caso di venerdì 13 novembre 2020, l’Rt regionale in base all’ultimo monitoraggio è 1,46, sarebbero ancora da rosso Como, Bergamo, Brescia, Mantova, Monza e Brianza e Lecco, e dove si nota subito l’assenza di Milano.

Venerdì 20 novembre, il nuovo monitoraggio dirà se la situazione è andata migliorando e se si potrà sperare in un allentamento delle misure di sicurezza entro inizio dicembre.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia