Cronaca
due ruote

Bikers condannati per tentata estorsione ai danni di un meccanico

Al centro dei dissapori una Harley Davidson.

Bikers condannati per tentata estorsione ai danni di un meccanico
Cronaca Montichiari, 14 Gennaio 2022 ore 12:21

I fatti risalgono al maggio 2017 in un'officina di Montichiari.

Cosa accadde?

Ad essere coinvolti tre bikers del gruppo Bandidos Brescia di 54,52 e 46 anni. Secondo quanto ricostruito nel dibattimento ieri (giovedì 13 gennaio) nella prima sezione penale del Tribunale di Brescia,  i tre bikers si presentarono sotto casa del meccanico (52 anni) con una pistola ed una mitraglietta a canna corta. Il meccanico sostiene che i tre gli avrebbero puntato la pistola alla gola sotto il mento, ha inoltre raccontato di essere stato malmenato. Il motivo? I tre avrebbero chiesto al meccanico la restituzione di una Harley Davidson che avevano dato in permuta per l'acquisto di un'altra moto.

La denuncia

Una richiesta che il meccanico aveva disatteso e per questo, a distanza di mesi, se li era ritrovati sotto casa. Da qui la denuncia da parte del 52enne per tentata estorsione e lesioni.  Per tali motivazioni i bikers sono stati condannati ad un anno e cinque mesi con sospensione della pena a cui si aggiunge il pagamento di 2.500 euro per danni oltre alle spese processuali.

Falsa testimonianza

La Corte ha inviato gli atti alla procura perché ritiene che il meccanico abbia fornito falsa testimonianza.

Necrologie